Comunicato Stampa: Concerti di gennaio alla Salumeria della Musica

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

La Salumeria della Musica www.lasalumeriadellamusica.com
Via Pasinetti 2 (angolo Via Ripamonti) 20141 Milano
telefono 02 56807350 fax 02 56816530 email musicempire@micronet.it

Venerdì 7 Gennaio, ore 22,30

ERMANNO PRINCIPE - MARCO BIANCHI TRIO

ERMANNO PRINCIPE – voce, batteria
MARCO BIANCHI – pianoforte
ENZO FRASSI - contrabbasso

Ingresso € 3

Reduci dalla presentazione del nuovo Cd “Several People” a nome di Paolo Fedreghini e Marco Bianchi, Marco Bianchi ed Ermanno Principe insieme ad Enzo Frassi si ripresentano alla Salumeria della Musica vestiti di jazz. Quello classico fatto di belle canzoni che ben si fondono con le improvvisazioni di questi musicisti che amano lasciarsi andare, per sconfinare a volte in territori incerti ma sicuramente affascinanti.
L’album sta ottenendo sta avendo notevoli riscontri soprattutto in ambito radiofonico, sulle principali radio italiane. Un prodotto definito Jazz club e non solo, poiché vi è anche la bossanova e canzoni che richiamano lo spirito del jazz degli anni sessanta. All’interno, oltre agli ideatori Bianchi e Fedreghini, appunto vi è un Ermanno Principe che grazie al suo talento vocale ed interpretativo arricchisce il progetto cantando "You are a star", "Another face", "Please don’t leave" e "Oriental smile". Il Cd, prodotto dalla Schema Records, a giorni arriverà in Europa ed alcuni singoli sono già molto richiesti in Giappone. Alcuni brani vocali del cd verranno riproposti dal trio Bianchi, Principe, Frassi in versione prettamente acustica.

Mercoledì 12 Gennaio, ore 22.30

PAOLO TOMELLERI BIG BAND
18 elementi – Prima tromba: Emilio Soana
SPECIAL GUEST: LAURA FEDELE (pianoforte, voce)

Ingresso € 10

Bisognerebbe chiedersi "Con chi non ha suonato Paolo Tomelleri?"
Musicista polistrumentista nato nel 1938 a Vicenza in una famiglia dove si respirava musica classica, dopo essersi diplomato in clarinetto al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano nel 1957 entra subito a far parte della famiglia dei musicisti di jazz, unendosi ai Windy City Stompers per cominciare una carriera lunghissima, piena di collaborazioni ad alto livello che lo hanno portato attraverso il jazz, la musica classica e la musica leggera italiana, con collaborazioni con Lino Patruno, Giorgio Gaber e Giampiero Reverberi.
Nel 1960 si libera del clarinetto, vendendolo ed entrando a far parte di gruppi rock come sassofonista con Giorgio Gaber e Adriano Celentano, occupandosi inoltre di arrangiamenti e orchestrazioni. Per anni sassofonista stabile al glorioso jazz club Capolinea a Milano, nel 1971 partecipa al festival di Sanremo come chitarrista nel gruppo Trio Balera, accompagnando Adriano Celentano nella canzone "Sotto le lenzuola" e dirigendo anche l'orchestra del festival in numerosi brani.
Sino ai giorni nostri Paolo Tomelleri ha scritto musiche da film, spettacoli teatrali, documentari, jingles pubblicitari, scritto libri di armonia, solfeggio e studio del clarinetto, scritto e arrangiato musica per svariate case discografiche, ha suonato tutti i giorni praticamente in tutto il mondo, molto spesso in Germania, Svizzera e Francia, ai più importanti Festival jazz europei che si contendono la sua presenza.
Insegnante di clarinetto, sassofono, armonia e solfeggio sia presso scuole musicali che come insegnante privato, le sue collaborazioni artistiche, oltre a quelle già citate, lo vedono a fianco di Tony Scott, Joe Venuti, Jimmy Mc Partland, Dick Cary, Ralph Sutton, Bill Coleman, Wild Bill Davison, Clark Terry, Red Mitchell, Jimmy Woode, Phil Woods, Billy Butterfield, Bud Freeman.

Paolo Tomelleri Big Band
Il repertorio delle grandi orchestre, diretto e arrangiato da Paolo.

Giovedì 13 Gennaio, ore 22.30

PAOLO JANNACCI QUARTET
SPECIAL GUEST: EMILIO SOANA – Tromba
PAOLO JANNACCI - Pianoforte
DANIELE MORETTO - Tromba
MARCO RICCI - Contrabbasso
STEFANO BAGNOLI - Batteria

Ingresso € 10

Paolo Jannacci, musicista, arrangiatore e produttore, nasce a Milano nel 1972. Fin dall’adolescenza collabora attivamente col padre Enzo in decine di esperienze, curandone spesso gli arrangiamenti musicali e persino le scalette dei concerti. Dopo un lungo apprendistato, ora è un musicista completo, maturo nella composizione musicale come anche nella consapevolezza della sua raggiunta autonomia. Guida una band (Paolo Jannacci quartet), i cui componenti sono tutti di altissimo livello: Daniele Moretto, tromba e flicorno; Marco Ricci, contrabbasso; Stefano Bagnoli, batteria. Nel 2002 Paolo ha pubblicato un fortunato CD, autoprodotto, dal titolo Notes (Alabianca/WEA), con brani che abbinano vivacemente il jazz e la musica leggera di qualità. Ha un’intensa attività anche come arrangiatore, sia dei brani del padre (I soliti accordi, Quando un musicista ride), che di altri musicisti. Ha scritto alcune colonne sonore per il cinema in compagnia del padre (Piccoli equivoci, di Ricky Tognazzi; Papà dice messa, di Renato Pozzetto).

Venerdì 14 Gennaio, ore 22.30
DA DEFINIRE

Mercoledì 19 Gennaio, ore 22,30

DARIO FAIELLA NEW PROJECT

DARIO FAIELLA - Chitarra
PAOLO BIRRO - Pianoforte
RICCARDO FIORAVANTI - Contrabbasso
STEFANO BAGNOLI - Batteria

Ingresso € 10

Nuova veste per il quartetto di Dario Faiella, che si presenta con il pianista Paolo Birro, noto per aver affiancato musicisti come Lee Konitz, Art Farmer, Enrico Rava, Johnny Griffin, Gianni Basso, Ray Mantilla, Emanuele Cisi, e una ritmica inedita, composta da Riccardo Fioravanti e Stefano Bagnoli.
Una versione presumibilmente più cameristica del solito, quindi, per i brani del chitarrista che si proporranno nell'arco della serata, arricchiti da nuovo materiale scritto appositamente per questa formazione.
Dario Faiella, chitarrista e compositore milanese, si e' formato sotto la guida del M° Filippo Dacco', con il quale ha studiato armonia, improvvisazione ed arrangiamento jazz.
Si e' poi perfezionato frequentando numerosi seminari con musicisti come Gary Burton, Joe Diorio, Franco Donatoni, Michael Gibbs, Mick Goodrick, Scott Henderson, John Scofield, Mike Stern e altri. In ambito jazzistico ha avuto modo di suonare con molti fra i piu' riconosciuti musicisti italiani, fra i quali: G.Basso, S.Bollani, R.Bonaccorso, G.Coscia, P.Dalla Porta, A.Farao', M.Negri, G.Prina, A.Tavolazzi, A.Zanchi. Ha anche affiancato in concerto molti noti musicisti d'oltreoceano, come Carl Anderson, Frank Gambale, George Garzone, John Stowell, Steve Smith, Enzo Todesco, Paul Wertico. Nel 1990 si costituisce il Dario Faiella Q.tet, con Michael Rosen (sax), Riccardo Fioravanti (contrabbasso) e Christian Meyer (batteria), formazione tuttora attiva e con la quale vengono realizzati diversi Album, ospitando anche musicisti come Paolo Birro, Stefano Bollani, Gianni Giudici e Giulio Visibelli. Molto attivo anche nella musica pop, ha collaborato con personaggi come Mia Martini, Franz Di Cioccio, Roberto Vecchioni, Eros Ramazzotti, Ivano Fossati, Carlo Fava, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci, Gloria Gaynor, seguendoli in tour e discograficamente. Ha anche scritto musiche per spettacoli teatrali: "Elektra", regia di Angela Malfitano (Milano '95), e "Feuer" della compagnia Elia-Zamorani (Ferrara Estate '98).Ha svolto e svolge una nutrita attività didattica in diverse scuole del nord Italia: CDpM di Bergamo, dal 1988 a tutt'oggi; Scuola Civica di Musica di Corsico, A.Did. '01-'02; NAMM di Milano, A.Did. '99-'00 , '97-'98 e '92-'93; Circolo Arci "Il Centro" a Cremona, dall '87 al '90; Accademia di Musica Moderna, sede di Verona, A.Did. '87-'88. Molti suoi articoli didattici sono stati pubblicati dalla nota rivista specializzata "Guitar Club".

Giovedì 20 Gennaio, ore 22.30

FASOLI-BEGGIO-LEVERATTO-BONAFEDE
CLAUDIO FASOLI - Sax
LUIGI BONAFEDE - Pianoforte
PIERO LEVERATTO - Contrabbasso
MAURO BEGGIO - Batteria

Ingresso € 10

Claudio Fasoli, sassofonista, compositore, docente, nato a Venezia ma milanese d'adozione, si forma musicalmente mediante un lungo apprendistato che però non gli impedisce di esibirsi in concerto già durante il periodo universitario, non ancora ventenne. La popolarità giunge quando inizia a far parte del Quintetto "Perigeo" negli anni 70, assieme a Franco D'Andrea e Giovanni Tommaso: realizzano molti dischi per la RCA, tuttora assai ricercati dai collezionisti, oltre innumerevoli concerti. Nel 1978, scioltosi il gruppo nel quale aveva maturato ulteriore esperienza solistica e compositiva, esibendosi in tutta Europa e Oltreoceano, Fasoli inizia a dedicarsi come leader alla messa a punto di progetti con piccoli gruppi in un ambito più propriamente jazzistico e acustico, soprattutto trii e quartetti. Ha così modo di meglio definire quella che sarebbe successivamente diventata la sua cifra compositiva più riconoscibile, vale a dire quella legata alla modalità complessa. Con questi organici ha presentato la propria musica in concerti e festival in tutta Italia, lasciando nutrita e apprezzata documentazione discografica. Dagli anni 80 inizia a collaborare sempre più assiduamente con musicisti della scena internazionale come Henri Texier, Mick Goodrick, Lee Konitz, Jean-François Jenny Clark, Aldo Romano, Ken Wheeler, Bill Elgart, Manfred Schoof, Michel Pilz, Palle Danielsson, Tony Oxley, Dave Holland etc. Ha suonato, oltre che in Italia, anche in Francia, Svizzera, Jugoslavia, Polonia, Germania, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Danimarca, Svezia, Finlandia, Irlanda, Inghilterra, Cuba, USA, Canada, Messico. Va menzionata inoltre la sua partecipazione alla prima edizione della Grande Orchestra Nazionale e al Quintetto di Giorgio Gaslini (1989). Partecipa attivamente alla Lydian Sound Orchestra (1990), dirige e anima la European Music Orchestra nelle sue performance dal vivo e in studio di registrazione (1990-92). Aperto ai più vari incontri musicali, Fasoli continua ad approfondire tuttora i vari aspetti del suo approccio compositivo, e nel frattempo studia anche sul piano solistico un linguaggio e un timbro che siano sempre facilmente riconoscibili. Apprezzato solista anche oltre i nostri confini, collabora con i migliori nomi italiani e d'Oltralpe.

Venerdì 21 Gennaio, ore 22,30
DA DEFINIRE

Mercoledì 26 Gennaio, ore 22,30
DA DEFINIRE

Giovedì 27 Gennaio, ore 22,30

“IL CIRCO” di LELLO PARETI
LELLO PARETI – Contrabbasso
STEFANO CANTINI - Sax
ANTONELLO SALIS - Fisarmonica
BEBO FERRA - Chitarra
Ingresso € 12

Puristi, sappiamo che ci siete e ci leggete, ma temo che dobbiate rassegnarvi a veder crescere la quota di recensioni che stanno strette dentro un solo genere. Si prosegue, pertanto, su questo sentiero, che poi è anche quello che ultimamente muove maggiormente le acque del troppo calmo mare delle nuove idee in musica. A farlo pensa il bassista Lello Pareti, uno di quei musicisti che lavorano, bene e da tempo, senza che se ne parli mai tanto; il quartetto da lui messo in opera è di tutto rispetto e ne dà prova con tanto buon gusto durante tutto il CD, con il leader al contrabbasso, Stefano Cantini al sassofono, Antonello Salis alla fisarmonica e Bebo Ferra alla chitarra. Si viaggia fra improvvisazione e musiche popolari più o meno colte senza che si avvertano i salti da un mondo all’altro, e dandoci perciò la bella sensazione che si possa fare crossover in modo organico e compiuto, senza pensare ai miscugli da cui il risultato deriva e giungendo a qualcosa di diverso dalla somma degli elementi scelti. Bello e piacevole tutto il CD, con apertura e chiusura più radicali e passaggi intermedi estremamente godibili e raffinati, compresa una riuscita “Bocca di rosa”, a confermarci che la buona musica non ha nomi.

Venerdì 28 Gennaio, ore 22,30
DA DEFINIRE

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.