Indiemood sessions, Carlomaria nei canali di Venezia

Indiemood sessions, Carlomaria nei canali di Venezia

Carlomaria è un musicista e cantautore nato e cresciuto a Chiampo, un piccolo paese del Nord Italia. Inizia a suonare la chitarra all’età di 15 anni e da subito milita in varie band della zona. A 21 anni vola in Australia intraprendendo un viaggio lungo un anno che lo segnerà non solo personalmente ma anche artisticamente e che si concluderà nelle fredde terre dell’Alaska. Durante questa avventura, Carlomaria ha occasione di suonare con molti musicisti internazionali e compone diversi brani che, una volta rientrato in Italia, inizia a registrare. L’incontro con il produttore Jean Charles Carbone lo porta ad entrare al "Teatro delle voci” studio di Treviso nel Novembre del 2016. In studio Carlomaria collabora con musicisti come Marco Fasolo (chitarre elettriche e steel guitar), Matteo Vallicella (basso elettrico e contrabbasso), Andrea Oboe (batteria e percussioni), Giulio Filotto (chitarre elettriche e cori) e Francesco Marescotti (pianoforte). L’uscita del primo Ep è prevista nel 2017. Nelle nostre sessions Carlomaria ci regala “Words left unsaid”.

“L’esperienza della session è stata unica e difficile da descrivere: Finchè suonavo, specialmente durante la seconda take, ero totalmente immerso nel brano e quando aprii gli occhi, credo durante il ritornello, mi resi conto di dove mi trovassi e pensai alle altre session su barca che avevo visto fare a Ed Sheeran a londra o a Jamie Callum a Parigi e mi dissi che Venezia era 100 volte più bella. Non nascondo che ero molto agitato: mi reputo un artista che trasmette ma vedo nella “presa diretta” un mio punto debole perché non sono pulito e preciso come il mio genere richiederebbe.”

“...then I’ve sent handwritten letters full of words I left usaid...”
(Words left unsaid - Carlomaria)

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.