Clive Davis ricorda Whitney Houston: "La voce più bella del mondo"

Al Film & Music Ischia Global Fest è stato presentato ‘The soundtrack of our lives’ di Chris Perkel con la produzione di Ridley Scott, un documentario dedicato all’85enne Clive Davis, leggendario produttore musicale.

Davis ha scoperto e lavorato con un grande numero di stelle di prima grandezza. Michela Tamburrino (La Stampa) lo ha incontrato nell’isola campana. Di Whitney Houston che scovò quando aveva 17 anni e che gli spezzò il cuore quando morì, dice: “La voce più bella del mondo. Una ragazzina, anche altri erano interessati a lei ma la famiglia capì che io l’avrei trattata da figlia e firmò con me”.  

La storia musicale di Clive Davis ebbe inizio con Janis Joplin, la prima artista che mise sotto contratto. Da lì: Chicago, Bruce Springsteen, Santana, Billy Joel, Pink Floyd e, in tempi più recenti, Alicia Keys, Maroon 5, Kelly Clarkson e Carrie Underwood. Ha lavorato anche con Bob Dylan e Simon & Garfunkel, Aretha Franklin, Dionne Warwick e Annie Lennox.

Tra gli episodi più divertenti che ricorda: “Quello con il sassofonista Kenny G. Lo costrinsi a fare un disco di canzoni di Natale strumentali. Lui s’infuriò: “Sono ebreo, come ti viene in mente di farmi fare un disco di Natale? Andrà malissimo”. E io: “Anch’io sono ebreo, allora? Andrà benissimo”. È diventato il disco di Natale più venduto al mondo”.  

L’artista più complicato?: “Tutti. Sono musicisti, nessuno è normale. Ma cambiano il mondo”. La sua più grande soddisfazione? “Aver resuscitato la carriera di Santana”. Un artista italiano che le piace? “Ho lavorato con Eros Ramazzotti, ho capito il suo potenziale, l’avrei fatto diventare un artista globale ma c’era il problema della lingua”. Il titolo di una canzone? “’The sound of silence, ‘Because the night, ‘Fallin’ di Alicia Keys, ‘Piece of my heart di Janis Joplin, ma penso spesso a ‘I will always love you e alla sua splendida cantante”.  

Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.