"Le focaccine dell'Esselunga": un caso di scuola

"Le focaccine dell'Esselunga": un caso di scuola

Fino a pochi giorni fa non avevo mai sentito nominare "Le focaccine dell'Esselunga". Poi ho cominciato a leggerne in giro, a firma di colleghi anche attenti, e sempre in tono scandalizzato, della serie "signora mia, dove andremo a finire!".
In sintesi, per chi non conoscesse la storia: una trasmissione radiofonica di successo ("Ciao belli", di Radio Deejay) ha iniziato a programmare questa "canzone", che canta le lodi del prodotto del titolo, trattandola come se fosse una canzone vera, cioè un disco, se ancora si può usare la parola "disco" di questi tempi. La canzone, se ancora si può usare la parola "canzone" di questi tempi, è accreditata a un fantomatico OEL, ed è un "trap", cioè quella roba che va tanto di moda appunto "di questi tempi". La potete ascoltare qui sotto:

    Fino a pochi giorni fa non avevo mai sentito nominare "Le focaccine dell'Esselunga". Poi ho cominciato a leggerne in giro, a firma di colleghi anche attenti, e sempre in tono scandalizzato, della serie "signora mia, dove andremo a finire!".
    In sintesi, per chi non conoscesse la storia: una trasmissione radiofonica di successo ("Ciao belli", di Radio Deejay) ha iniziato a programmare questa "canzone", che canta le lodi del prodotto del titolo, trattandola come se fosse una canzone vera, cioè un disco, se ancora si può usare la parola "disco" di questi tempi. La canzone, se ancora si può usare la parola "canzone" di questi tempi, è accreditata a un fantomatico OEL, ed è un "trap", cioè quella roba che va tanto di moda appunto "di questi tempi". La potete ascoltare qui sotto:

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.