Marilyn Manson, a Villafranca petizione e preghiere contro il concerto. Il sindaco: "Provincialismo"

Marilyn Manson, a Villafranca petizione e preghiere contro il concerto. Il sindaco: "Provincialismo"

Nel 2017 c'è un paese che vuole far annullare un concerto  di Marilyn Manson in Italia perché satanista. Lo shock-rocker sta per arrivare in Italia,  il 25 e il 26 luglio rispettivamente sul palco del Rock In Roma e al Castello Scaligero di Villafranca (Vr). Ma gli abitanti di quest'ultima città non ci stanno: da qualche giorno circola la notizia di una petizione di un gruppo di cittadini (circa 2.500) contro il concerto, che vogliono organizzare una veglia di preghiera in concomitanza.

Oggi la notizia, prima ripotata alle testate locali, è arrivata ai media nazionali. Si legge nella petizione:

Rispettabili signori, vorremmo esporvi qualche perplessità riguardo il concerto di Marilyn Manson, previsto per il 26 luglio a Villafranca di Verona (...)Bruciare la bibbia è espressione di una grandissima bassezza morale e di una mancanza di rispetto per le altre persone che culmina nel disprezzo pubblico e spettacolare (cioè solo per il gusto di dare spettacolo) della Bibbia. (...) È importante sappiano di agire contro la volontà dei loro concittadini e soprattutto contro la corretta educazione dei giovani. La nostra società è caratterizzata da una pluralità di opinioni, tuttavia è necessario fare tesoro della nostra tradizione e della nostra storia, nonché dei nostri valori ed è ancor più necessario evitare che vengano proclamati valori contrari ai nostri come il disprezzo dell’identità altrui

Secca la risposta del sindaco della città Mario Faccioli, che ha bocciato la proposta come "Provincialismo"

 Il Comune non ha una responsabilità diretta e non entra nel merito della competenza artistica. La petizione la inviino alle case discografiche. Io consegno il castello alla società organizzatrice per avere tot concerti che non sono organizzati dal Comune. Non mi risulta che a Roma il Vaticano si sia opposto. È un concerto a pagamento, non è obbligatorio entrare.

Oggi il Corriere della sera racconta che i parroci di Villafranca hanno ricevuto dal vescovo una lettera da leggere durante la messa, in cui si bolla il concerto come "demente ancor prima che sacrilego". Nuova dichiarazione del sindaco, che attacca il vescovo:

Sbaglia. Qui si possono incendiare gli animi con il rischio di creare un problema di ordine pubblico, con tutti i matti che ci sono in giro. Io non so chi sia questo signore che fa il concerto e nemmeno m’interessa. Il vescovo non lo vuole? Bene, paghi i danni della rottura del contratto. Ma stiamo scherzando?

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.