Gli Stadio seguono Vasco: un tour per celebrare i 40 anni di carriera della band

Gli Stadio seguono Vasco: un tour per celebrare i 40 anni di carriera della band

Quest'anno è toccato a Vasco, che sabato sera, 1° luglio, radunerà a Modena il suo popolo (sono attese 220.000 persone) per ripercorrere i suoi primi quarant'anni di carriera. Al concerto di Modena ci sarà, come ospite, anche il frontman degli Stadio Gaetano Curreri, che nel corso degli anni ha collaborato con il rocker di Zocca a più riprese. E proprio come Vasco, anche la band di "Chiedi chi erano i Beatles" si appresta a celebrare i quarant'anni di carriera: gli Stadio hanno infatti annunciato un tour che nel 2018 vedrà Curreri e compagni girare l'Italia per ripercorrere le tappe principali delle quattro decadi trascorse dalla fondazione della band.

Il tour è stato battezzato "Generazione di fenomeni - Da quarant'anni siamo noi" e sarà anticipato da due anteprime in programma l'8 dicembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma e il 18 dicembre al Teatro Dal Verme di Milano (i biglietti per le due date saranno in prevendita da domani, venerdì 30 giugno, su TicketOne). Nel 2018, dunque, sarà la volta della vera e propria tournée.

Sul palco salirà l'attuale formazione della band: Gaetano Curreri alla voce e al pianoforte (il cantautore ha da poco spento la bellezza di 65 candeline), Roberto Drovandi al basso, Andrea Fornili alla chitarra e Giovanni Pezzoli alla batteria, accanto ai quali ci saranno Fabrizio Foschini alle tastiere e Maurizio Piancastelli alla tromba e alle percussioni.

La carriera degli Stadio, in realtà, cominciò già prima del 1977: il primo nucleo della band, quello che accompagnò Lucio Dalla nelle lavorazioni dell'album "Anidride solforosa", vale a dire il trio composto dal batterista Giovanni Pezzoli, dal bassista Marco Nanni e dal tastierista Favio Liberatori, si formò nel 1975. I tre accompagnarono Dalla in studio anche per "Come è profondo il mare" del 1977, mentre nel 1979, per le lavorazioni di "Lucio Dalla", a Pezzoli, Nanni e Liberatori si aggiunse il chitarrista Ricky Portera. Gaetano Curreri, il cantante, sarebbe arrivato solamente nel 1979, quando il gruppo venne chiamato ad accompagnare Dalla e De Gregori nella serie di concerti di "Banana Republic". La nascita degli Stadio la si potrebbe far risalire al 1981, anno in cui la formazione - divenuta ormai un quintetto - consegnò al mercato il suo primo 45 giri, "Chi te l'ha tetto/Grande figlio di puttana". L'album d'esordio, dal titolo eponimo, sarebbe arrivato l'anno successivo.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Nella scaletta del tour non mancheranno brani come "Banana Republic", "Canzoni alla radio", "Acqua e sapone", "Sorprendimi", "Chiedi chi erano i Beatles", "Generazione di fenomeni" e "Un disperato bisogno di amore" e canzoni più recenti come "Un giorno mi dirai" (con cui la band ha vinto il Festival di Sanremo, lo scorso anno) e "Tutti contro tutti". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.