Da riscoprire: la storia di "Rimini" di Fabrizio De André

Da riscoprire: la storia di "Rimini" di Fabrizio De André

Reduce dalla collaborazione con Francesco De Gregori, con  il quale ha scritto buona parte delle canzoni di “Vol. 8”, nel 1977 Fabrizio De André stringe un altro sodalizio che si rivelerà fruttuoso con un cantautore ancora più giovane. Si chiama Massimo Bubola, ha 23 anni, ha alle spalle un album intitolato “Nastro giallo”. Con lui De André scrive tutte le canzoni originali di “Rimini”. Le session si tengono prima al Castello di Carimate, poi a Roma dove, racconta Cristiano De André, l’arrangiatore scozzese Tony Mimms “aveva dei cali di umore terrificanti, e fu proprio durante una di queste crisi che, davanti ai suoi figli, salì sul cornicione dell’albergo e disse loro con accento scozzese: ‘Adeso sapite chi sucede? Sucede chi papà si mazza’. Mio padre subentrò trafelato e chiamò subito l’ambulanza”. Alla fine, il posto di Mimms viene preso da Gian Piero Reverberi e nuove session si tengono a Milano.

GUARDA LA PAGINA DEDICATA A FABRIZIO DE ANDRE' E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

È Bubola a raccontare, nel libro di Riccardo Bertoncelli “Belìn, sei sicuro?”, la genesi dell’album: “Decidemmo di dedicare il disco ad analizzare i difetti di questa piccola borghesia italiana, così anemica e gretta… La nostra è una piccola borghesia di ex bottegai, molto limitata, molto ignorante, basta guardare lo specchio della sua TV odierna”

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "RIMINI" SUL SITO DI LEGACY

Scheda artista Tour&Concerti Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.