SIAE risponde a Fedez e Soundreef: 'Nessun rapporto tra noi e la signora Franceschini'

SIAE risponde a Fedez e Soundreef: 'Nessun rapporto tra noi e la signora Franceschini'

Con una nota ufficiale diramata nel primo pomeriggio di oggi SIAE ha risposto alle dichiarazioni rilasciate prima da Fedez e poi da Soundreef circa un presunto legame tra la moglie del Ministro della Cultura Dario Franceschini e la gestione del patrimonio immobiliare della Società Italiana Autori ed Editori: "In merito alle recenti affermazioni di Fedez, SIAE ribadisce che gli immobili della Società non sono mai stati gestiti dalla signora Michela Di Biase Franceschini", si legge nel dispaccio, "La costituzione di un fondo immobiliare da parte di SIAE con Sorgente SGR (società vigilata dalla Banca d'Italia) risale al dicembre 2011 ed è operazione di rilevante successo per SIAE stessa. Tutte le relative informazioni sono da sempre pubblicate sul sito della Società e nel bilancio, e rappresentano uno degli indici di solidità economica di SIAE. Non vi è, invece, alcun rapporto con la signora Michela Di Biase. Le dichiarazioni di Fedez, dunque, sono e restano false e destituite di fondamento".

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.