Targhe Tenco 2017, ecco i finalisti

Targhe Tenco 2017, ecco i finalisti

Sono stati svelati oggi i finalisti delle Targhe Tenco 2017, il riconoscimento assegnato dal 1984 ai migliori dischi italiani di canzone d'autore usciti nel corso dell'ultimo anno musicale. Le sezioni, come da tradizione, sono cinque: quattro riservate ai cantautori (miglior canzone, miglior disco in assoluto, miglior disco in dialetto e migliore opera prima) e una riservata a interpreti di canzoni non proprie.
Le Targhe Tenco sono un'iniziativa del Club Tenco, ma a decretare la vittoria dei vari dischi è una giuria di oltre 200 giornalisti musicali (non esistono candidature: i giurati votano secondo quando ascoltato nel corso dell'anno - si possono comunque inviare segnalazioni scrivendo una mail all'indirizzo della commissione).
La votazione avviene in due fasi: in una prima fase l'intera giuria vota, fra tutti i dischi usciti nell'annata ed esprimendo fino a tre preferenze per sezione, una cinquina per categoria; nella seconda fase la giuria decreta chi, fra i cinque titoli nominati in ogni sezione, è il vincitore della rispettiva Targa.

Oggi, per l'appunto, sono state svelate le cinquine dei finalisti: per conoscere i vincitori bisognerà attendere la seconda votazione, che verrà fatta tra qualche giorno. Ecco, di seguito, i finalisti, suddivisi per categoria:

Disco in assoluto:
Baustelle, "L'amore e la violenza"
Paolo Benvegnù, "H3+"
Brunori Sas, "A casa tutto bene"
Edda, "Graziosa utopia"
Le Luci della Centrale Elettrica, "Terra"
Claudio Lolli, "Il grande freddo"

Album in dialetto:
Cesare Basile, "U fujutu su nesci chi fa?"
Foja, "'O treno che va"
Gabriella Lucia Grasso, "Vussia cuscenza"
Canio Loguercio e Alessandro D'Alessandro, "Canti, ballate e ipocondrie d'ammore"
Pupi di Surfaro, "Nemo profeta"

Opera prima:
Blindur, "Blindur"
Colombre, "Pulviscolo"
Lastanzadigreta, "Creature selvagge"
Mara Redeghieri, "Recidiva"
Carlo Valente, "Tra l'altro"

Interprete di canzoni:
Gerardo Balestrieri, "Covers"
Teresa De Sio, "Teresa canta Pino"
Ginevra Di Marco, "La Rubia canta la Negra"
Di Martino e Fabrizio Cammarata, "Un mondo raro"
Gang, "Calibro 77"

Canzone singola:
Baustelle, "Amanda Lear" (Francesco Bianconi - Diego Palazzo)
Brunori Sas, "La verità" (Dario Brunori)
Michele Gazich, "Storia dell'uomo che vendette la sua ombra" (Michele Gazich)
Loguercio e D'Alessandro, "Ballata dell'ipocondria (o del vibrione innamorato) (Canio Loguercio - Alessandro D'Alessandro)
Ermal Meta, "Vietato morire" (Ermal Meta)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.