Chris Cornell, i risultati dell'autopsia rilevano l'assunzione di ansiolitici e sedativi prima della morte

Chris Cornell, i risultati dell'autopsia rilevano l'assunzione di ansiolitici e sedativi prima della morte

Gli esami tossicologici effettuati sul corpo di Chris Cornell hanno rivelato la presenza di benzodiazepine, barbiturici e sedativi al momento della sua morte, avvenuta lo scorso 18 maggio in una camera d'albergo di Detroit dopo un concerto tenuto nella Motor City con la sua band, i Soundgarden: secondo gli esiti delle analisi, comunicati dalle autorità nelle prime ore della mattina di oggi, sabato 3 giugno, il frontman di Seattle avrebbe preso anche medicinali per la congestione nasale.

"Le sostanze assunte [da Cornell] non hanno contribuito a causarne la morte", ha dichiarato il medico legale al quale è stato affidato il compito di stilare il referto, che - sicuramente - farà discutere, soprattutto i familiari dell'artista: solo qualche giorno fa la moglie di Cornell, Vicky, si era detta certa che i farmaci assunti dal marito avessero giocato un ruolo chiave in quello che sarebbe stato il gesto di autolesionismo estremo che ne avrebbe causato la morte.

"Amava i suoi figli, e non li avrebbe mai feriti togliendosi la vita", ha spiegato la vedova: "Nelle ultime ore non era più lui: qualcosa è andato terribilmente storto".

Si attende ora una dichiarazione ufficiale della polizia di Detroit, che - fino a prima dei risultati tossicologici - aveva definito quello inerente la morte di Cornell "un caso ancora aperto".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.