Riccardo "Riki" Marcuzzo, il vincitore di Amici 2017 (categoria Canto) presenta “Perdo le parole” – VIDEOINTERVISTA

Riccardo "Riki" Marcuzzo, il vincitore di Amici 2017 (categoria Canto) presenta “Perdo le parole” – VIDEOINTERVISTA

Quando s’affaccia al balcone accompagnato da Francesco Facchinetti, le grida sono assordanti. Riccardo Marcuzzo, anzi Riki, è appena uscito dalla scuola di “Amici”, dove ha vinto il circuito Canto, e ha già centinaia di ragazzine che intonano per lui “Sei bellissimo” in Piazza Duomo a Milano. È una delle tappe del tour instore che durerà fino all’inizio di luglio. Il primo EP “Perdo le parole” è entrato subito al primo posto della classifica FIMI/GfK. È una gran soddisfazione per l’ex bimbetto che scrisse la prima canzone in spiaggia. S’era ferito il piede e la madre, che l’ha cresciuto a Pessano con Bornago, provincia milanese in direzione Brianza, gli mise un calzino per proteggere la ferita. Lui scrisse per gioco “Una calza sì e una calza no”. “Tutti i bimbi in spiaggia la cantavano”, assicura.

Calzini a parte, Riki racconta di avere iniziato a fare sul serio con la musica dopo avere divorato (espressione sua) il disco di Tiziano Ferro “Alla mia età”. “Un po’ con lui e un po’ con Battisti, ho capito che volevo fare questo mestiere”. Di sé dice: “Sono uno molto creativo. Ho fatto teatro, ho recitato, ho fatto musical, ho studiato design. Ho voluto finire l’università prima di provarci con la musica. Ho anche aperto il mio studio di design e i soldini che ricavavo li investivo nel mio progetto musicale”. Smentisce chi dice che ci ha provato per anni ricevendo molti no. “Ma è vero che ho ricevuto un paio di porte in faccia: le canzoni piacevano, ma avevo pochi follower, quindi ero poco appetibile a livello social. Io fino ai 24 anni non ho avuto Facebook, né Instagram, né un canale YouTube. E allora ho mandato una mail disperata ad ‘Amici’. Ho fatto un provino con 38: non tremavo dall’emozione, ma dalla febbre”. Ora ha 623.000 follower su Instagram ed è seguito da 150.000 persone su Facebook.

“Ho un mio modo di scrivere fatto di giochi di parole”, dice delle canzoni dell’EP “Perdo le parole”, tutte scritte con Riccardo Scirè. “Racconto tramite immagini, cerco di dare descrizioni fotografiche. Tiziano Ferro forse lo si sente in ‘Ti luccicano gli occhi’ che ho scritto quando avevo 17 anni”. Degli instore apprezza il rapporto con le persone, “che mi è mancato nei nove mesi di ‘Amici’, ora voglio guardare negli occhi le persone, sentire il loro affetto”. Finito questo impegno, conta di lavorare sul secondo disco dove mostrerà un’altra parte di sé: “Conterrà più ballads, pezzi lenti, sentimentali ed emozionanti che ho tenuto da parte per giocarmeli dopo. Sarà un disco più equilibrato rispetto a ‘Perdo le parole’, che è molto estivo e fresco”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.