Vox populi da Manchester: Noel e Liam insieme sul palco per 'Don't Look Back in Anger'? E un tabloid dice che...

Vox populi da Manchester: Noel e Liam insieme sul palco per 'Don't Look Back in Anger'? E un tabloid dice che...

Rockol, qualche giorno fa, l'ipotesi l'aveva anche presa in considerazione, pur giudicandola un'eventualità estremamente remota, ma pare che a Manchester qualcuno ci stia credendo veramente.

Nella centro urbano che poco più di una settimana fa è stato colpito dal tremendo attacco terroristico che ha mietuto 22 vittime - tra le quali molti giovanissimi - al termine di un concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena, un movimento spontaneo di fan sta facendo pressione perché Noel e Liam Gallagher tornino insieme sul palco in onore della propria città natale.

L'occasione sarebbe quella di questa sera, quando - all'O2 Ritz - il già frontman degli Oasis salirà sul palco per la sua prima pubblica apparizione da solista: i fedelissimi di quella che fu una delle più grandi band dell'ondata brit-rock anni Novanta sperano che sul palco possa raggiungerlo il fratello Noel, che della band di "Champagne Supernova" fu la mente musicale. Lo show benefico - il ricavato sarà infatti devoluto alle famiglie delle vittime dell'attacco - potrebbe così essere suggellato da una versione in duetto di "Don't Look Back in Anger", classico degli Oasis (originariamente inserito in "(What's the Story) Morning Glory?" del 1995) divenuto il "canto della rinascità" della città ferita dalla strage.

Le eventualità, è giusto ricordarlo, sono pressoché nulle, dati i rappporti - che definire deteriorati sarebbe un eufemismo - tra i due. A dare speranza a quanti auspichino l'impossibile, al momento, non ci sono che due elementi, entrambi non eccessivamente indicativi. Il primo: in occasione del cinquantesimo compleanno di Noel, Liam ha riservato al fratello un non belligerante "stay young" (resta giovane) invece degli usuali appellativi, che vanno da "segaiolo" a "patata". Il secondo: una fonte dell'industria discografica (ovviamente anonima) consultata dal Daily Star si è dichiarata molto ottimista. "E' l'opportunità definitiva", ha spiegato la gola profonda alla testata britannica: "Non ci sarebbe migliore dimostrazione di unità se non esibirsi insieme".

Chi conosce i due sa bene che conviene partire con aspettative pressoché nulle, in vista dello show di questa sera, ma è anche vero che di ricongiungimenti da "non in questa vita", la storia del rock, ne ha fatto registrare qualcuno...

Dall'archivio di Rockol - Oasis: "la band più grande di Dio"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.