“Is This the Life We Really Want?”, la guida all’ascolto dell’album di Roger Waters: “The Last Refugee”

“Is This the Life We Really Want?”, la guida all’ascolto dell’album di Roger Waters: “The Last Refugee”

Roger Waters, l’apocalisse in cui viviamo, il potere dell’amore. È uscito da poco “Is This the Life We Really Want?” (qui la nostra recensione), il primo album di nuove canzoni di Roger Waters da venticinque anni a questa parte. È un film sonoro nel quale il genio creativo dei Pink Floyd indaga la psiche collettiva e per la prima volta si mostra fragile e innamorato.

In queste settimane, Rockol vi guida nell’ascolto, canzone per canzone, dell’album.

La terza canzone del disco è “The Last Refugee”.

Inizia come uno di quei meravigliosi momenti di sospensione di “The Wall”, con gli accordi di tastiere che hanno tutto il tempo di espandersi nell’aria, e anche un po’ di “Radio KAOS”, per via del collage di annunci radiofonici e previsioni del tempo. Leggera e minacciosa al tempo stesso, “The Last Refugee” racconta la storia di una profuga con immagini che ricordano il dramma del piccolo Alan Kurdi, il bambino di 3 anni il cui corpo è stato rinvenuto su una spiaggia in Turchia e che è diventato il simbolo dei naufragi nel Mediterraneo. Ma Waters non rinuncia all’idea utopica che la protagonista sia l’ultima profuga di guerra.

Troverai mia figlia giù in spiaggia
Che scava in cerca di una catenina, di un osso
Che cerca nella sabbia un cimelio
Portato via dal mare
L’ultima profuga

And you’ll find my child, down by the shore
Digging around, for a chain or a bone
Searching the sand, for a relic
Washed up by the sea
The last refugee

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.