Amici, la danza più forte dei cantanti - IL COMMENTO

Amici, la danza più forte dei cantanti - IL COMMENTO

Che fosse un’edizione particolare di “Amici” lo si è capito abbastanza presto. Non tanto per le polemiche, di cui si è ampiamente parlato, ma per il percorso che ha (giustamente) portato al risultato: un’inedita finale con due ballerini e due cantanti e - soprattutto - una doppia vittoria della danza, con Andreas trionfatore finale e Sebastian premio della critica.

“Amici” è nato con lo spettacolo tout-court, è diventato soprattutto un talent per i cantanti, con i ballerini a fare da contorno spettacolare. Invece, quest’anno è stato evidente che il livello dei candidati di questa categoria era più alto di quello dei cantanti. Noi ci occupiamo di musica: non entriamo più di tanto nella valutazione di territori non nostri, se non per dire che dal punto di vista spettacolare Andreas e Sebastian avevano un impatto che non possedevano né Riccardo, il vincitore della categoria cantanti, né Federica, Mike Bird e Thomas.

Quest’ultimo era il talento più puro e originale di questa edizione, con una gran voce e una bella presenza scenica: giovanissimo - questo è forse il suo limite - ha tutto il tempo davanti  per crescere, se sarà accompagnato da qualcuno capace di valorizzare le sue doti con il giusto suono (l’EP appena uscito è solo un primo passo). Riccardo, anzi Riki, è un cantante pop puro: canzoni leggere, pure troppo, una schiera di fan accanite, idee molto chiare sul suo percorso: è quello più pronto per il mercato attuale (e infatti è già al primo posto della classifica FIMI con il disco d'esordio). Federica ha dalla sua il team di Elisa che le ha prodotto canzoni e disco, ma rischia di essere l’ennesima cantante al femminile se non saprà definire meglio la sua personalità.

La chiave di lettura più lucida arriva da Maria De Filippi: ieri sera spiegava in conferenza stampa che “Amici” è un programma malleabile, con un’identità forte ma pochi paletti nella struttura, capace di adattarsi alle caratteristiche dei concorrenti di ciascuna edizione.  Così è stato quest’anno, e l’anno prossimo sarà ancora diverso. Sicuramente l’idea di fare scouting al livello internazionale, suggerita dalla De Filippi in chiusura della conferenza stampa finale è suggestiva, e porterebbe una bella una ventata di novità.

(gs)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.