Dopo l'attentato di Manchester: Liam Gallagher devolve i proventi del suo concerto in città, i Kiss cancellano il loro, e "Don't look back in anger" degli Oasis rientra nella classifica di iTunes

Dopo l'attentato di Manchester: Liam Gallagher devolve i proventi del suo concerto in città, i Kiss cancellano il loro, e "Don't look back in anger" degli Oasis rientra nella classifica di iTunes

Liam Gallagher (di cui è stato diffuso oggi il nuovo singolo, "Wall of glass") ha reso noto che i proventi del suo concerto del 30 maggio, che si terrà all'O2 Ritz della città britannica colpita dall'attentato di qualche giorno fa, saranno devoluti al fondo che sta raccogliendo denaro per curare e assistere i superstiti dell'esplosione alla Manchester Arena, istituito dalla Croce Rossa britannica e dal Comune di Manchester, che ha già raccolto finora oltre quattro milioni di sterline.
Liam Gallagher, che di Manchester è nativo, si era dichiarato "completamente devastato e sconvolto" dall'accaduto. Il minitour di presentazione del nuovo album di Liam Gallagher, "As you were", proseguirà a Londra, Dublino e Glasgow.


Intanto, dopo che ieri giovedì 25 la folla radunata nella St. Ann Place di Manchester ha spontaneamente intonato "Don't look back in anger", la canzone degli Oasis sta diventando quasi il simbolo della reazione della città britannica all'attentato.
Si trova al numero 66 della classifica britannica di  iTunes, e non è escluso che sia oggetto di un movimento di opinione teso a riportarla anche nella classifica di vendita. Già si vocifera che martedì 30 maggio Liam potrebbe cantarla dal palco insieme al fratello Noel, in un gesto di riconciliazione dedicato alla loro città natale - ma l'eventualità, alla luce dei rapporti fra i due ex Oasis, ma anche delle recenti dichiarazioni di Liam in merito alla scaletta del concerto, appare piuttosto remota.
A iniziare il coro in piazza era stata una ragazza, Lydia Bernsmeir-Rullow, che ha poi spiegato:


"Questa canzone è un po' l'inno di Manchester, ed è per quello che ho cominciato a cantarla - poi mi hanno seguita altre persone, e la piazza ci è venuta dietro cantandola in coro".


I KISS, che avevano in programma un concerto del loro Kissworld Tour alla Manchester Arena per il 30 maggio, hanno preferito rimandarlo, annunciando:


"Abbiamo il cuore spezzato per l'atrocità commessa a Manchester. DI fronte a certe tragedie, un concerto rock è ben poca cosa. I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alle vittime, ai loro familiari e ai loro amici, e a tutta la popolazione di Manchester che sta vivendo un momento doloroso. Vi siamo vicini".

Scheda artista Tour&Concerti Testi
15 feb
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.