Morrissey e quel post su Facebook contro il Califfato islamico che ha fatto incazzare parecchie persone...

Morrissey e quel post su Facebook contro il Califfato islamico che ha fatto incazzare parecchie persone...

Morrissey, ex frontman degli Smiths, in seguito ai gravi fatti legati all'attentato avvenuto appena dopo il concerto di Ariana Grande di lunedì 22 maggio ha espresso la propria visione via social. E subito sono scattate le polemiche.

Moz, infatti, ha scritto di essere enormemente adirato per quanto accaduto a Manchester e ha aggiunto: "Perché le vittime non sono mai i politici?". Una frase decisamente populista che - come hanno notato molti - ad esempio non tiene conto del recente omicidio di Jo Cox, lo scorso anno. Inoltre Moz si è lamentato perché, a suo dire, il sindaco di Londra Sadiq Khan non condannerebbe con abbastanza veemenza lo Stato islamico.

Il post in questione è stato pesantemente criticato da moltissimi, ma ha finito per essere condiviso decine di migliaia di volte su Facebook e ha ricevuto l'approvazione del rappresentante dell'estrema destra Milo Yiannopoulos.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.