Rolling Stones a Lucca, le polemiche sui biglietti: parla Gaetano Blandini (dg SIAE)

Rolling Stones a Lucca, le polemiche sui biglietti: parla Gaetano Blandini (dg SIAE)

In merito alle polemiche sorte in seguito all'apertura delle prevendite per il concerto che i Rolling Stones terranno a Lucca il prossimo 23 settembre, il direttore di SIAE Gaetano Blandini - coinvolto insieme all'ente che guida dagli organizzatori come garante della correttezza nelle procedure di vendita e distribuzioni degli ingressi - ha dichiarato:

"Leggo purtroppo, con riferimento al concerto dei Rolling Stones, qualche titolo strumentale. Per questo ritengo doveroso precisare che gli organizzatori D'Alessandro e Galli nulla ma proprio nulla hanno a che fare con il fenomeno vergognoso del secondary ticketing. Da oltre 30 anni sono tra i più seri organizzatori di eventi live, stimati e noti anche a livello internazionale. Da sempre rispettosi dei diritti del pubblico, degli autori, degli artisti e delle regole. Probabilmente senza di loro molti grandi artisti, ma in particolare gli Stones, non sarebbero venuti ad esibirsi nel nostro Paese. Hanno peraltro il merito di valorizzare, nei loro eventi, il nostro straordinario patrimonio culturale. È loro interesse, ma è nel loro DNA, aiutarci a combattere e limitare il fenomeno. Monitoreremo insieme giornalmente la situazione e concorderemo le migliori azioni a tutela del pubblico"

Dal canto suo la società che organizzerà l'evento, D'Alessandro e Galli, ha ribadito "la propria avversità al fenomeno del cosiddetto 'secondary ticketing', pratica che contrastiamo e che non abbiamo mai incentivato. Abbiamo chiesto garanzie e ci siamo assicurati che il nostro partner TicketOne predisponesse tutte le tutele del caso e invitiamo una volta di più il pubblico a non acquistare biglietti dai siti di secondary ticketing".

Scheda artista Tour&Concerti Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.