Antipirateria nelle scuole: i liceali possono diventare 'angeli del copyright'?

Negli Stati Uniti si cerca di convertire i ragazzi dei college alle virtù del downloading legale offrendo abbonamenti d’occasione e buoni sconto su servizi come Napster e similari (vedi News). In Italia, invece, le organizzazioni antipirateria del settore discografico (FPM), audiovisivo (FAPAV) e informatico (BSA) si sono messe d’accordo con la direzione generale Sistemi Informativi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) per portare nei licei il dibattito su file sharing, Cd “taroccati” e diritto d’autore, realizzando per l’occasione anche un CD Rom che verrà distribuito ai presidi e docenti di tutti gli istituti.

Il progetto si chiama “Copy or love” e prende il via con incontri organizzati nelle scuole medie superiori di quattro città italiane (Milano, Firenze, Roma e Napoli) a cui è prevista anche la partecipazione di “testimonial” del mondo dello spettacolo, parti interessate in causa oltre che poli di attrazione per i giovani destinatari dell’iniziativa, i 14-15 enni frequentatori del biennio.
Nel corso delle riunioni si parlerà ovviamente di copyright e di Cd piratati, di file sharing illegale e di alternative legali: l’obiettivo è di coinvolgere attivamente gli studenti stessi in studi e ricerche realizzati congiuntamente ai loro insegnanti. Il Cd-Rom, che verrà messo a disposizione degli oltre 3 mila istituti superiori presenti sul territorio nazionale, è concepito come una specie di videogioco il cui protagonista, un personaggio a fumetti denominato Copyright Angel, ha come compito quello di proteggere le produzioni musicali, cinematografiche e informatiche lottando contro i “mostri” della pirateria. Il supporto è corredato da testi che spiegano il significato del diritto d’autore e della sua protezione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.