NEWS   |   Industria / 25/04/2017

Live Nation vuole comprarsi il Festival di Wight - ma c'è chi dice no (forse)

Live Nation vuole comprarsi il Festival di Wight - ma c'è chi dice no (forse)

Live Nation, la multinazionale americana dell'intrattenimento, sta cercando di acquisire la titolarità del Festival di Wight, la storica manifestazione la cui prima edizione si tenne nel 1968, per replicare nel 1969 e nel 1970.

L'isola di Wight si trova nel canale della Manica, molto vicina alla costa inglese, di fronte a Southampton e a Portsmouth, ed è la più grande delle 123 isole della Gran Bretagna.


La prima edizione del Festival si tenne il 31 agosto e l'1 settembre del 1968, e vi parteciparono Jefferson Airplane, Arthur Brown, Move, Smile, Tyrannosaurus Rex, Plastic Penny, Fairport Convention e Pretty Things.


La seconda edizione del Festival si tenne il 30 e 31 agosto del 1969, e vi parteciparono Bob Dylan, The Band, Nice, Pretty Things, Marsha Hunt, Who, Third Ear Band, Bonzo Dog Doo-Dah Band, Fat Mattress, Joe Cocker. E' dopo questa edizione che il cantautore francese Michael Delpech scrisse "Wight is Wight", la canzone uscita nel novembre 1969 il cui testo inizia "Wight is Wight, Dylan is Dylan, Wight is Wight, viva Donovan"

anche se è curioso notare che nel 1969 Donovan non solo non era in cartellone, ma nemmeno partecipò come spettatore (nella sua autobiograia spiega che in quei giorni era negli Stati Uniti); fra il pubblico c'erano invece  John Lennon e Yoko Ono, George Harrison con Pattie Boyd, Ringo Starr con la moglie Maureen e Keith Richards.


La terza edizione del Festival si tenne dal 26 al 30 agosto del 1970, e fu sicuramente la più affollata (si parlò di 600.000 persone, ma l'organizzatore stesso ne stimò circa la metà). Vi si esibirono Jimi Hendrix, Miles Davis, Jethro Tull, Ten Years After, Chicago, Doors, Lighthouse, Who, Emerson, Lake & Palmer, Moody Blues, Joan Baez, Free, Joni Mitchell, Leonard Cohen, Kris Kristofferson, Donovan, John Sebastian, Terry Reid, Taste e Shawn Phillips.

Dopo la terza edizione il Festival di Wight non si tenne più fino al 2002, quando fu riesumato, e da allora è stato organizzato regolarmente ogni anno, nel mese di giugno, assestandosi dal 2005 in avanti intorno alle 60.000 presenze di spettatori. Dell'edizione del 2002 fu headliner Robert Plant, di quella del 2016 - articolata su quattro giornate - lo sono stati Status Quo, Stereophonics, Who e Queen con Adam Lambert.

 

Lo scorso marzo, Live Nation è diventata maggiore azionista della titolarità del Festival attraverso LN-Gaiety, una joint venture con la società di investimenti Gaiety, con sede a Dublino, di proprietà di Denis Desmond, che già è titolare di 85 festival musicali fra cui quelli di Reading, di Leeds, il Wireless e il T in the Park.

La Competition and Markets Authority (CMA), più o meno l'equivalente della nostra Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha annunciato un'indagine tesa a stabilire se l'acquisizione del Festival di Wight da parte di LN-Gaiety possa determinare una posizione dominante della società che danneggerebbe la concorrenza. Non è ancora stata resa nota la data in cui la CMA comunicherà le proprie decisioni, e nel frattempo ha chiesto a Live Nation e ai titolari del Festival di Wight di continuare a operare separatamente. Al momento, i nomi confermati come headliner per l'edizione 2017, che si terrà dall'8 all'11 giugno, sono David Guetta, Run DMC, Arcade Fire e Rod Stewart.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi