NEWS   |   Metal / 20/04/2017

Robert Trujillo (Metallica) parla del figlio dodicenne Tye in tour con i Korn

Robert Trujillo (Metallica) parla del figlio dodicenne Tye in tour con i Korn

Ieri sera Tye Trujillo, il bassista dodicenne figlio del bassista dei Metallica Robert Trujillo, è salito per la seconda volta sul palco con i Korn all’Espaço Das Américas a San Paolo in Brasile.

Robert Trujillo è stato intervistato dai brasiliani di Globo Play riguardo il figlio Tye: "Non l'ho mai costretto a fare musica. Ho sempre pensato che se avesse voluto abbracciare uno strumento avrei cercato di aiutarlo. Ha iniziato con la batteria, poi aveva una piccola chitarra in plastica e la suonava tutto il tempo, semplicemente stringendola. La stringeva sempre e ovunque”.

Ha poi continuato: "E’ bello perché è ancora un bambino di dodici anni e agisce in modo selvaggio e pazzo, come dovrebbe essere quando hai dodici anni. Ma quando si tratta di musica, è molto concentrato. E’ divertente perché non gli ho mostrato niente della roba dei Korn - sono stato troppo impegnato e sono stato molto lontano da casa -, lui ha preso questa cosa molto seriamente.”

In precedenza, sempre parlando del figlio, Robert Trujillo all’Huffington Post aveva detto che Tye era "Un incredibile bassista e un grande scrittore. Le linee di basso che scrive e i riff vorrei averli scritti io. E’ stato influenzato da musicisti come Jaco Pastorius, ma anche da Miles Davis e dai Black Sabbath e dai Led Zeppelin".

Trujillo chiude dicendo: "Lui è come una spugna, ama il funk, ama James Brown, è un piccolo dodicenne che assorbe e abbraccia tutta questa musica diversa e ciò lo aiuta in ciò che scrive con il suo gruppo musicale." Tra le maggiori influenze della band di Tye, The Helmets, ci sono gli Alice in Chains, i Tool e i Metallica. Lo scorso anno Tye disse a Billboard: "Odiamo il pop, lo disprezziamo. Suona tutto uguale".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi