Usa, la guerra dei prezzi azzoppa Tower e Virgin, Amoeba se ne infischia

Negozi di dischi semivuoti, consumatori latitanti che rinviano all’ultimo momento utile la spesa natalizia in Cd, rabbia montante nei confronti dei grandi centri commerciali che vendono le novità sottocosto: tutto il mondo è paese, e questo è quanto è accaduto a Los Angeles durante il lungo weekend del Ringraziamento secondo quel che riferisce l’Hollywood Reporter.

Mentre l’Apple Store dello shopping center di Grove vende iPod come fossero noccioline, le grandi catene musicali come Tower Records e Virgin Megastore faticano a reggere il passo. E se la prendono con i grandi magazzini “che stanno uccidendo la musica”, praticando prezzi civetta che servono ad attrarre i consumatori e fare profitto con le merci esposte su altri scaffali (in Italia è una polemica vecchia più di 10 anni). .


Da Best Buy il nuovo disco degli U2, “How to dismantle an atomic bomb”, è andato a ruba al prezzo superscontato di 7,99 dollari (6,03 euro, al cambio attuale!): 3 dollari e 25 centesimi in meno che da Tower, 4 dollari in meno che da Virgin e molto sotto il prezzo di listino al rivenditore che è di 10,35 dollari (7,81 euro).

A pochi metri di distanza, Target vende “With the lights out”, il nuovo box triplo (+Dvd) dei Nirvana, a 27 dollari e 99 (21,12 euro), oltre 10 dollari sotto il ppd, il prezzo al rivenditore (Virgin lo offre a 44,99 dollari, Tower a 49,99). Un vecchio sistema di vendere musica, si direbbe, sta andando definitivamente in crisi. Come ci si salva? Con la superspecializzazione, probabilmente. Amoeba Music, tempio indipendente della musica rock, registrava negli stessi giorni un afflusso costante di clienti, diversi per natura da quelli che si riversano in massa negli altri megastore alla ricerca di regali “tappabuchi” durante gli ultimi giorni del rush natalizio agli acquisti. E questo nonostante i suoi prezzi siano più alti di quelli praticati dalla concorrenza: lì il disco degli U2 costa 13,98 dollari (10,55 euro: comunque un prezzo da sogno, per noi italiani), il cofanetto dei Nirvana 52,98 dollari (39,97 euro). “Per tradizione la musica è un regalo dell’ultima ora. Ma venire da Amoeba è come fare outing, come andare a Disneyland”, ha spiegato la comproprietaria Karen Pearson. Chi ama la musica e ha avuto modo di visitare l’incredibile negozio di Sunset Boulevard non può che darle ragione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.