Cheetah Chrome Motherfuckers - la recensione di "The Furious Era 1979-1987"

Cheetah Chrome Motherfuckers - la recensione di "The Furious Era 1979-1987"

Una storia intensa e deragliante, come la loro musica: è quella dei CCM alias Cheetah Chrome Motherfuckers, fra i pilastri dell'hardcore italiano anni Ottanta. E' uscita una bella raccolta che raduna la maggior parte del materiale firmato dalla band... ed è davvero notevole:

Fra i signori del Granducato Hardcore i CCM – alias Cheetah Chrome Motherfuckers – sono da sempre uno dei nomi più blasonati. Una di quelle band che fra la fine degli anni Settanta e la seconda metà degli Ottanta hanno costruito una piccola grande leggenda, i cui echi sono giunti ben oltre i confini italiani (così come capitò ad altri “fenomeni” dell’epopea hardcore made in Italy come Negazione, Kina e Indigesti). È quindi una bella iniziativa questa di Area Pirata, che raccoglie in un doppio CD una bella discografia essenziale targata CCM, praticamente onnicomprensiva (manca in pratica solo un disco dal vivo).

Leggi la recensione completa di "THE FURIOUS ERA 1979-1987" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.