One Direction: è indagata una organizzazione a scopo benefico da loro supportata

One Direction: è indagata una organizzazione a scopo benefico da loro supportata

Come riporta il Guardian, l’organizzazione a scopo benefico Believe in Magic supportata, tra gli altri, dagli One Direction a suon di milioni di sterline si è vista congelare i conti a causa di un’indagine che la accusa di cattiva condotta.

 

Believe in Magic venne co-fondata nel 2012 da Jean Bhari e dalla figlia Meg, dopo che a quest’ultima venne diagnosticato un tumore al cervello. L’ente opera a favore dei bambini malati terminali. Ora la onlus è indagata dalla Charity Commission a causa delle “molteplici denunce” e “indicazioni di cattiva condotta o di cattiva gestione”.

 

Gli One Direction hanno sostenuto più di una volta sia le raccolte fondi destinate alle operazioni di Meg che quelle destinate alla organizzazione, di fatto sono i loro principali testimonial. Oltre agli One Direction anche altri artisti come Jessie J, Olly Murs, Pixie Lott, Little Mix, Professor Green e Michael Bublé hanno supportato Believe in Magic.

 

Secondo la commissione che indaga risulta che alla organizzazione nel 2012 sono state versate circa 75.000 sterline, nel 2013 gli aiuti ammontano a circa 50.000 sterline e nel 2014 circa 33.000. Nel 2015 il solo Louis Tomlinson degli One Direction avrebbe versato nelle loro casse due milioni di sterline, ma di questi non vi è traccia nei loro conti.

Il Guardian ha cercato inutilmente di contattare qualche rappresentante di Believe in Magic per raccogliere una dichiarazione.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.