Cristiano De André: lite con la fidanzata in Gallura, intervengono i Carabinieri

Cristiano De André: lite con la fidanzata in Gallura, intervengono i Carabinieri

Il figlio di Fabrizio De André ed Enrica "Puny" Rignon, Cristiano De André, non è certo un uomo che mantiene un basso profilo e sta lontano dai guai (recentemente è stato accusato dalla figlia Francesca di aver picchiato la sorellastra). L'ultima delle sue è una lite furiosa, avvenuta nella serata del 31 marzo, che ha costretto i carabinieri.

Il musicista si trovava in un bar del centro di Santa Teresa di Gallura, località dove lui trascorre, molto del suo tempo. Qui Cristiano avrebbe avuto una lite con la compagna.

A quanto riportato da alcuni testimoni, il cantante sarebbe stato evidentemente ubriaco e avrebbe aggredito la giovane donna, costretta a ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Sul posto sono intervenuti un'ambulanza del 118 e i carabinieri della compagnia di Tempio Pausania, che al momento stanno cercando di ricostruire la vicenda. Comunque, per ora almeno, non sono stati emessi provvedimenti a carico di De André e le condizioni della donna non desterebbero preoccupazioni.

Una testimone, come riporta il Secolo XIX, riferisce:

Io sono arrivata proprio in quel momento e ho visto quella scena. All’inizio nessuno interveniva e allora una signora che era davanti ha preso una sedia e l’ha lanciata addosso al cantante. Gli ha pure procurato una ferita alla testa. Un altro ragazzo ha cercato di calmarlo ma De André se l’è presa anche con lui e alla fine si sono azzuffati. Per separarli è stato necessario l’intervento dei carabinieri. I militari si sono presentati con i manganelli ma per fortuna non c’è stato bisogno di utilizzarli.

Un altro testimone ha riferito:

Io abito a 300 metri dalla piazza principale. Intorno alle 21 ho sentito urla fortissime e sono uscita di corsa perché preoccupata che stesse accadendo qualcosa di grave. Sentivo la voce di un uomo, accento chiaramente non sardo, che inveiva contro una donna. Le diceva frasi irripetibili e cose tipo «siete tutte uguali, io vi odio tutte, voi donne dovete sparire. Sono stata davanti per qualche minuto, poi i toni si sono abbassati e sono andata via. Pensavo si fosse tutto risolto e invece no. Più tardi ho sentito nuovamente caos e sono ritornata, ma in quel momento in piazza c’erano già i carabinieri e l’ambulanza

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
26 ott
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.