Addio a Rudy Trevisi, 'sax' di Vasco Rossi (ma non solo) - ASCOLTA

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/Cdk8F42qOlhg7x5BMYjfTSN5bgY=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fimg.discogs.com%2Fi2OPfYJ4_9Wt9jHeWptlyIGCA5M%3D%2F191x264%2Fsmart%2Ffilters%3Astrip_icc%28%29%3Aformat%28jpeg%29%3Amode_rgb%28%29%3Aquality%2890%29%2Fdiscogs-images%2FA-351836-1320123316.jpeg.jpg
È scomparso oggi, venerdì 31 marzo, Rudy Trevisi: originario di Mirandola, piccolo comune in provincia di Modena, il musicista era noto ai più per aver suonato il sax negli album degli anni '80 di Vasco Rossi.

Trevisi prese parte alle registrazioni di album fondamentali della discografia del rocker di Zocca: da "Vado al massimo" del 1982 a "Liberi liberi" del 1989, passando per "Bollicine" del 1983, "Cosa succede in città" del 1985 e "C'è chi dice no" del 1987. Non si limitò a suonare solamente il sassofono, ma anche le percussioni e le tastiere.

Celebri i suoi assoli in canzoni come "Cosa c'è" (il primo brano di "Cosa succede in città") o "Toffee" (dallo stesso album del 1985). Ed è proprio sulle note di "Toffee" che Vasco ha voluto ricordare su Facebook, in un post, il compianto collega: "Ha caratterizzato e arricchito gli album degli anni '80", ha scritto il rocker.



Nel corso della sua carriera, oltre a collaborare con Rossi, Trevisi suonò anche con - tra gli altri - Sergio Endrigo (è suo il sax contralto nell'album "Mari del Sud" del 1982), Ron, Ivan Graziani, Gianni Togni, gli Skiantos (prese parte alle registrazioni dell'album "Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti" del 1987), Cristiano De André, Luca Carboni, Renato Zero, Jovanotti ed Elisa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
10 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.