I 2Cellos presentano “Score”: “Siamo musicisti classici e rock” - VIDEO

I 2Cellos presentano “Score”: “Siamo musicisti classici e rock” - VIDEO

I musicisti di formazione classica, che suonano che i loro violoncelli rileggono motivi altrettanto classici del cinema, con orchestra di fronte ad una platea incantata e silente. O le rockstar e che usano i loro strumenti come chitarre elettriche e arringano la folla a suon di cover di inni di Ac/Dc e Nirvana. 
Chi sono i 2Cellos? “Tutto questo assieme” , rispondono all’unisono Stjepan Hauser (croato, il più estroverso e sul palco) e Luka Šulic (sloveno, il più chiacchierone di persona). “Ci sono sempre state due facce: abbiamo una formazione classica, ma ci siamo fatti conoscere con rivisitazioni rock. Non vogliamo limitare il nostro campo d’azione e lo faremo anche in futuro. Ogni genere ha i suoi lati positivi e quello negativi, noi cerchiamo di prendere il meglio da entrambi”.

Il duo ha presentato a Londra “Score”, il loro quarto lavoro in 6 anni (il debutto è “2Cellos" 2011), e il primo con un taglio diverso: dopo le cover rock, brani da colonne sonore incise con la London Symphony Orchestra. Proprio nella capitale inglese li abbiamo incontrati, a margine del concerto svoltosi ieri, giovedì 22 marzo, in una città contemporaneamente scossa dall’attentato terroristico ma piena di vita. 
“Era da tempo che volevamo lavorare sulla musica da film”, ci raccontano. “E’ stato come una sorta di ritorno alle nostre origini di musicisti, ma allo stesso tempo volevamo usarla per arrivare a più gente possibile: sinceramente sono sorpreso che ci siano poche orchestre che includono regolarmente la musica da film nei loro programmi”, dicono.

Lo show a cui Rockol ha assistito è scisso in due, come l’anima del duo. Arriverà in Italia una versione diversa da quello del Palladium, storico teatro poco lontano da Westminster: al Forum di Assago il 30 marzo (esaurito da settimane) ci saranno sempre orchestra, ma anche megaschermi con proiezioni e fuochi d’artificio. Ecco un montaggio della serata londinese, con la reinterpretazione di “Moon river” (“Colazione da Tiffany”), il cambio d’abito e la versione rock con “Smooth criminal” e “Higwhay to hell”.

“La gente ama la musica da film, è qualcosa che arriva a tantissima gente. Abbiamo scelto brani che ci muovono, e che suscitano emozioni. E ovviamente devono funzionare bene al violoncello. Molta di questa musica è scritta per lo strumento, ma molti musicisti pensano a suonare Dvorak e Schumann centinaia di volte. Perché limitarsi?”, ci raccontano, spiegando che un giorno vorrebbero essere chiamati magari loro a comporre una colonna sonora.

Nonostante questo atteggiamento “pop”, i 2Cellos non sono osteggiati dall’ambiente classico, come altri colleghi che hanno fatto il salto verso il mainstream: “Perché cerchiamo di fare tutto ad un livello alto. E quando interagiamo con altri musicisti, come nel caso della London Symphony Orchestra, arriviamo alle prove, ci mettiamo a suonare: lì vedono immediatamente che sappiamo il fatto nostro. Molti artisti 'crossover' in realtà non sono bravi musicisti. Per loro, andare al pop è una scappatoia, una sorta di uscita di sicurezza”.

Tutto è cominciato nel 2010 con un video su YouTube di una cover “Smooth criminal” di Michael Jackson, che oggi è ancora la loro canzone di apertura. “Ne avevamo abbastanza dell’eterna vita da studenti di chi fa musica classica, del fatto che le opportunità sono basate su conoscenze e non sul merito. Così abbiamo pensato di fare qualcosa di folle. Ora abbiamo il nostro pubblico, la nostra fan-base, cosa impossibile nella musica classica. Per noi è stato fondamentale YouTube, e lo è ancora oggi, anche se abbiamo un contratto discografico: facciamo musica strumentale, le radio non ci passano, e quindi lo usiamo come canale per far conoscere la nostra musica. Oggi come allora, un sacco di gente non si rende conto di quanto sia potente come strumento, non è solo melodico. Quella canzone fu perfetta per dimostrarlo” .

Alla fine del concerto, i loro archetti sono tutti sfilacciati: “Suoniamo con troppa passione”, dicono con un sorriso. Il Palladium è tutto in piedi, e già da quando è iniziato la sezione rock. Per strada, diversi fan si assiepano alla “stage door” nell’attesa di un autografo, mentre la vita londinese notturna riprende il suo corso (quasi) normale, anche se per SoHo si sente ancora qualche sirena che ulula. La vita va avanti. E anche quella dei 2Cellos: torneranno a Londra alla Royal Albert Hall a novembre (da cui verrà tratto un video, rigorosamente per YouTube) mentre per l’Italia, dopo il Forum, appuntamento per quest’estate 26 giugno al Foro Italico a Roma, il 27a Borgia (Catanzaro), all'Armonie d'Arte Festival il 29 al Pistoia Blues Festival, 30 a Piazzola sul Brenta (Padova).

Dall'archivio di Rockol - "Smooth criminal" (Live@London Palladium)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.