Rockets, il ritorno (venerdì 19 maggio a Milano). Riascoltiamo i loro più grandi successi. (1 / 7)

Rockets, il ritorno (venerdì 19 maggio a Milano). Riascoltiamo i loro più grandi successi.

Un imprevisto, e gradito, ritorno è quello dei Rockets. La band francese, che a cavallo fra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta ebbe da noi un clamoroso successo, si esibirà dal vivo ai Magazzini Generali di Via Pietrasanta 16, a Milano.
I Rockets, per chi fosse troppo giovane per ricordarseli, sono quegli stralunati che si esibivano con la pelle ricoperta di vernice argentata; all'epoca lavoravo per la loro casa discografica, ed il loro successo si deve interamente, è giusto ricordarlo, a un discografico italiano, Maurizio Cannici, molto prematuramente scomparso nel 2009.
Ricordo molto bene la complicata preparazione delle loro esibizioni dal vivo: la vernice argentata veniva loro applicata sulla pelle, ed era necessario che fosse asportata nel giro di poche ore altrimenti avrebbe avuto effetti deleteri sulla salute dei musicisti (erano tempi artigianali…).
Considerati dai critici poco più che una trovata, in effetti i Rockets si inserirono (e anzi per certi versi anticiparono) una certa elettronica ballabile che poi si diffuse largamente in tutta Europa; fatte le debite proporzioni, l'uso del vocoder e dei sintetizzatori li può accomunare ai Kraftwerk, pur senza la compostezza e la serietà dei quattro di Dusseldorf (in altre parole, i Rockets erano decisamente più baracconi).
Nati nel 1976, i Rockets sono passati attraverso numerosissimi cambi di formazione e anche di denominazione, e oggi hanno recuperato il nome originario (mentre il più "anziano" come militanza nella band è Fabrice Quagliotti, che vi entrò nel 1977).
Nelle prossime pagine vi riproponiamo alcuni dei maggiori successi dei Rockets.
(fz)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.