George Michael sapeva che stava morendo?: la dichiarazione shock del suo osteopata

George Michael sapeva che stava morendo?: la dichiarazione shock del suo osteopata

Secondo quanto riporta il tabloid britannico "Daily Star", George Michael sarebbe stato consapevole del proprio stato di salute precario e di non avere più molto da vivere.

A rilasciare questa dichiarazione è il dottor Simeon Niel-Asher, osteopata specialista che ha seguito l'ex Wham! per oltre 30 anni e lo ha visto per l'ultima volta circa tre settimane prima del decesso.

Il dottore ha detto di avere avuto l'impressione che la popstar stesse cercando di mettere ordine nei propri affari per lasciare uno scenario che facilitasse gli eredi:

Era di buon umore. Abbiamo fatto una bella seduta. Ma la conversazione è stata molto bizzarra. Interessante, ma strana. A volte le persone sanno di essere in procinto di morire e allora cercano di sistemare tutto prima che accada. Mi domando se non fosse questo il suo caso - come se lo sapesse. Era strano, ho pensato che sapesse che stava per morire o avesse qualche presentimento. Sono cose che succedono. Alcuni sanno che stanno per andarsene e l'ho già visto accadere.

George aveva già fissato un altro appuntamento con l'osteopata, ma è mancato prima. Alcuni amici e famigliari della popstar pensano che Michael fosse da qualche tempo tornato a usare sostanze stupefacenti e che questo abia contribuito alla sua morte - che è comunque stata indicata come dovuta a

; il coroner, però, non ha reso noti i risultati tossicologici per cui nulla si sa a proposito di eventuale presenza di droghe nel suo corpo. L'osteopata, comunque, nega che George fosse tornato a drogarsi:

E' tutto sbagliato. Ha combattuto contro varie dipendenze, ma sembrava averle sconfitte.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.