Zucchero: «Ho venduto un milione di copie. Non so perché»

Zucchero: «Ho venduto un milione di copie. Non so perché»
Sul "Messaggero", Paolo Zaccagnini intervista Zucchero in vista del concerto al Palaeur di stasera (3 marzo). Interessante il seguente passaggio; «Senza nulla togliere ai suoi lavori precedenti, come si spiega il milione di dischi venduto in soli 4 mesi da "Bluesugar", il suo ultimo lavoro?
"Forse dipende dal successo del precedente "Spirito divino", che un milione di dischi vendette lo stesso ma da maggio ’95 a giugno ’96. Sinceramente non so spiegarmelo, penso che il pubblico abbia amato molto il primo singolo "Blu". Il secondo è "Puro amore". Può darsi anche che la riuscita del tour abbia influenzato, fatto sta che queste cose non vengono regolate da leggi fisiche ma dall’imponderabile. Una volte pensi di aver fatto un bellissimo lavoro, ne sei orgoglioso e il pubblico invece lo snobba».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
22 set
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.