George Michael, primi dettagli sul testamento: ecco a chi andrà la casa londinese milionaria

George Michael, primi dettagli sul testamento: ecco a chi andrà la casa londinese milionaria

George Michael, solista ed ex Wham!, come noto è scomparso il 25 dicembre del 2016 per cause naturali. Ora, a quasi tre mesi dal tragico evento - e con i funerali ancora da celebrare, a causa delle indagini forensi post-mortem - iniziano a trapelare alcuni dettagli sulla distribuzione del patrimonio dell'artista.

In particolare la casa londinese, valutata oltre 10 milioni di sterline e situata nella zona nord della città, pare che andrà alla sorella maggiore Melanie Panayiotou, che già vi si è trasferita.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/wUqwvWFQmE92KO6dvO0phJywJZI=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fcdn.images.dailystar.co.uk%2Fdynamic%2F140%2Fphotos%2F541000%2FMELANIE-864541.jpg

[foto via Daily Star]

Melanie è sempre stata molto legata a George e lo ha supportato lungo tutto l'arco della sua carriera.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.