Faccia a Faccia di ViviMilano con Elisa: ecco le risposte ai lettori di Rockol

Faccia a Faccia di ViviMilano con Elisa: ecco le risposte ai lettori di Rockol
Timida, senza trucco e non poco imbarazzata dall'enorme affetto dimostratole dai fan, Elisa si è sottoposta per quasi due ore al fuoco di fila di domande postole dagli ammiratori presenti in sala e dal moderatore del Faccia a Faccia organizzato da ViviMilano, supplemento gratuito del Corriere della Sera, Andrea Laffranchi, che ha rivolto alla voce di "Broken" i quesiti dei lettori di Rockol selezionati dalla redazione. Dai suoi insospettabili gusti musicali (Elisa è una grande fan dei Black Sabbath), al destino e all'impegno dei cantanti nel sociale, la giovane artista friulana ha gettato la maschera e vuotato il sacco. Buona lettura!



Mauro Gentile – MILANO
Elisa, hai in programma nel futuro un duetto con qualche artista, magari straniero?
Il prossimo anno ci sarà qualcosa, che riguarderà una forma d'espressione che però avrà poco a che fare con la musica. Purtroppo non posso ancora dirvi nulla, è un segreto.

Susanna Gattuso – Palermo
Sono una fan di Tori Amos e so quanto ti piace lei e la sua musica. Volevo sapere se tramite Matt Chamberlain c’era la possibilità di una collaborazione tra voi due. Del resto se Zucchero duetta con tutti perchè non farlo anche tu avendo questa possibilità?
(Ride) Certo, Zucchero è un artista dal grande talento... (Imbarazzata) Non saprei, mi piacerebbe...

Silvia De Nadai - GENOVA

Fra tutte le tue canzoni a quale sei più legata e perché?
Ce ne sono molte, è una scelta difficile da compiere. Poi dipende dal periodo: subito dopo la registrazione di un disco, si è quasi stufi delle proprie canzoni, e non le si ascolta più. Per esempio, la lavorazione di "Asile's world" era stata talmente travagliata che non appena finite le session di registrazione mi sono rifiutata di ascoltarlo. Poi mi ci sono riavvicinata, e adesso è uno dei miei preferiti.

Patrizia
Ciao Elisa, di solito le cose più belle vengono fuori da momenti fortissimi di dolore. Non è che visto che le cose ti vanno bene (e spero ti vadano sempre meglio) hai perso un po’ di magia?
E' una cosa alla quale penso spesso. Credo che anche Eminem, del quale sono una fan, la veda così, vista la rabbia e la paura che riversa nelle sue uscite discografiche. Tuttavia "Pearl days" mi piace, nonostante sia nato in un momento felicissimo per me.


Arianna Fabrizi - ROMA
Ciao Eli... Tu credi nel destino??
Un po' sì e un po' no. E' strano come la vita a volte ti faccia credere che esista un disegno superiore nella tua esistenza e come altre volte ti lasci l'illusione di sapere che tutto dipenda da te. In ogni caso, quello che so è che bisogna sempre agire seguendo i valori nei quali si crede.

Paolo Hamam - C/mare di Stabia
Ciao! Ti piace il metal? Se si qual è il tuo gruppo metal preferito?
Moltissimo, il mio gruppo preferito sono i Black Sabbath.

Giulia Piccoli - Udine
Credi veramente che nel mondo di oggi si possa raggiungere la pace senza che i poveri innocenti ne vadano di mezzo?

Come artista, non saprei. Nel senso che non credo sia giusto schierarsi. La musica è un'altra cosa, non penso che strumentalizzandola si possano ottenere chissà che risultati. L'importante è che ognuno agisca secondo la propria coscienza. Poi, anche da cantante e musicista, sono pronta a fare dei distinguo: ad esempio, il messaggio di un gruppo come i Rage Against the Machine era ottimamente veicolato in un preciso contesto musicale, ed il risultato era molto apprezzabile. Se poi penso a Bono, certo, lui ha fatto la scelta giusta, perché ha saputo affrancare la sua immagine da musicista da quella di attivista umanitario. In ogni caso, penso che il dovere di scegliere rimanga sempre e comunque alle singole persone.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.