La proposta di Antonello Venditti: una 'Città dello spettacolo e della cultura' a Roma riqualificando lo Stadio Flaminio

La proposta di Antonello Venditti: una 'Città dello spettacolo e della cultura' a Roma riqualificando lo Stadio Flaminio

Dopo aver ospitato, nel corso degli anni, partite di calcio, incontri di rugby e eventi musicali come i concerti di Michael Jackson, U2, Prince, David Bowie e Rolling Stones, da qualche anno lo Stadio Flaminio di Roma versa in stato di abbandono. Dalle colonne di Repubblica, Antonello Venditti - cantautore simbolo della Capitale - lancia ora una proposta rivolta agli artisti italiani per riqualificare l'impianto sportivo, oggi di proprietà del Comune di Roma, e trasformarlo in una sorta di "casa della musica":
 

"Il Flaminio può diventare il più bel posto a Roma per la musica. [...] Lì abbiamo suonato in tanti: io, Baglioni, Zero, De Gregori, Vasco, tra gli altri, oltre a Pink Floyd, Springsteen, Madonna. Se noi artisti italiani ci mettessimo insieme, potremmo trovare gli imprenditori giusti per seguirci in questa impresa, e se si riuscisse a coprirlo per usarlo anche d'inverno, la musica avrebbe finalmente la sua casa a Roma da 20mila posti. Assieme all'Auditorium (distante pochi metri dal Flaminio, ndr), nascerebbe la Città dello spettacolo e della cultura".


Nella giornata di ieri, Venditti ha radunato una folla in vicolo del Buco, a Trastevere, fuori da quella che era la casa romana di Dalla, per festeggiare quello che sarebbe stato il suo 74esimo compleanno. Mercoledì sera, 8 marzo, il cantautore romano sarà in scena al PalaLottomatica di Roma con un concerto dedicato alla Festa della donna

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
16 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.