Bruce Springsteen contro il suo manager: la battaglia legale diventa un film? Ecco l'idea del regista James Mangold

Bruce Springsteen contro il suo manager: la battaglia legale diventa un film? Ecco l'idea del regista James Mangold

Il regista americano James Mangold, noto ai più per aver diretto le riprese di "Wolverine - L'immortale" nel 2013, ha detto di essere affascinato dall'idea di realizzare un film sulla carriera del rocker del New Jersey: non tanto sui momenti migliori, quanto sulle battaglie che Springsteen ha dovuto combattere per diventare una delle rockstar più amate dal pubblico.

Mangold, che è da poco tornato nelle sale cinematografiche con un nuovo film dedicato a Wolverine, ha detto in un'intervista a Rolling Stones che la battaglia legale tra Bruce Springsteen e il suo ex manager Mike Appel potrebbe fornire buoni spunti per un film:
 

"Sono fan di Springsteen da una vita e sono sempre stato affascinato dal momento successivo a 'Born to run', quello in cui lui non poteva registrare".


Mike Appel fu tra i primi a credere nel potenziale di Springsteen e lo aiutò ad ottenere il suo primo contratto con la Columbia Records, nel giugno del 1972. In seguito alla firma di quel contratto, Appel, partner della società di produzione Laurel Canyon, fece poi firmare a Bruce Springsteen altri contratti relativi all'attività manageriale. Quei contratti, però, erano poco vantaggiosi per il cantautore e molto vantaggiosi per Appel e Canyon. In sostanza: Canyon diventava l'unico proprietario del catalogo di Springsteen e i guadagni del cantautore dovevano essere divisi con Appel.

Nel giugno del 1976 il rocker, che aveva già alle spalle due album entrambi prodotti da Mike Appel ("Greetings from Asbury Park, N.J." e "The wild, the innocent & the E Street Shuffle") decise dunque di allontanarsi da quello che era stato fino ad allora il suo manager e produttore e si avvicinò a Jon Landau. I due trascinarono in tribunale Appel, accusandolo di aver sfruttato Springsteen per i suoi interessi.

La battaglia legale tra Springsteen e Appel si chiuse nel maggio del 1977: il contratto venne rescisso e Springsteen poté cominciare a lavorare con il suo nuovo produttore e manager, Jon Landau (che ancora oggi è il braccio destro del Boss), all'ideale sequel di "Born to run", quello che sarebbe poi diventato "Darkness on the edge of town".

Scheda artista Tour&Concerti Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.