Antonello Venditti omaggia Lucio Dalla a Roma: una festa per ricordare il cantautore bolognese - VIDEO

Antonello Venditti omaggia Lucio Dalla a Roma: una festa per ricordare il cantautore bolognese - VIDEO

Antonello Venditti ha organizzato a Roma una festa per ricordare Lucio Dalla nel giorno di quello che sarebbe stato il 74esimo compleanno del cantautore bolognese, scomparso a Montreux, in Svizzera, nel marzo di cinque anni fa.

Il cantautore romano ha chiamato a raccolta i suoi fan e i fan di Dalla in Vicolo del Buco, a Trastevere, davanti a quella che era la casa romana di Lucio Dalla, oggi diventata un bed & breakfast.

Due anni fa Venditti aveva anche lanciato un invito all'amministrazione capitolina per far affiggere una targa dedicata a Dalla fuori dalla casa di Vicolo del Buco, dove il cantautore visse dal 1980 al 1986 e dove nacquero brani come - tra gli altri - "La sera dei miracoli" (la placca, però, non è ancora arrivata):
 

"Quella casa di Trastevere faceva parte dell'essere di Lucio: era un po' buia, con un grande pianoforte che abbiamo più volte suonato assieme", aveva detto il cantautore romano, "lui ha voluto bene a quel quartiere e a quella abitazione. Ora sarebbe giusto che il Comune lo ricordasse con una targa su quelle mura".


La carriera di Antonello Venditti si è più volte incrociata con quella di Lucio Dalla: il 2 settembre del 1974 i due, insieme a Francesco De Gregori e a Maria Monti, condivisero il palco del Festival Nazionale dell'Unità per un concerto che l'anno seguente divenne un album dal vivo. Nel 1976 Venditti e Dalla, insieme a De Gregori, registrarono "L'internazionale", un brano contenuto all'interno dell'album "Progetto per un inno" del sassofonista Mario Schiano.

Sempre nel 1976 i due cantautori tornarono a collaborare per due canzoni della colonna sonora del film "Signore e signori, buonanotte", "L'agente tuttumpezzo" (scritta a quattro mani proprio da Venditti e Dalla) e "Funiculì funiculà".

In un articolo pubblicato sulle colonne del Messaggero all'indomani della morte di Lucio Dalla, Venditti ebbe a dire dell'amico e collega bolognese:
 

"Alla fine degli anni '70, nel mio periodo più buio, mi accolse come un fratello ai suoi concerti. Dopo 'Buona domenica' abbandonai Roma e peregrinai per l'Europa. Ero completamente solo, senza casa, senza moglie e per giunta in crisi economica. Soffrivo di giramenti di testa e strane tentazioni suicide, non avevo coscienza di quello che ero, avevo perso ogni punto di riferimento. 'Lucio se ne accorse e mi ospitò nelle sue date".


La collaborazione tra i due si rinnovò alla fine degli anni '90, prima per un'ospitata di Dalla ad un concerto tenuto da Venditti in Piazza del Plebiscito a Napoli (i due cantarono insieme "Come fanno i marinai", brano che il cantautore bolognese aveva originariamente interpretato con De Gregori) e poi per le musiche di "La storia bandita", un cine-spettacolo teatrale sul brigantaggio che ancora oggi continua ad essere portato in scena nel Parco della Grancia, in Basilicata.

Scheda artista Tour&Concerti Testi
20 ago
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.