Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 02/03/2017

Iron Maiden: con i biglietti elettronici nominali ridotto del 95% il secondary ticketing

Iron Maiden: con i biglietti elettronici nominali ridotto del 95% il secondary ticketing

Gli Iron Maiden, da qualche anno, sono impegnati in prima linea contro bagarinaggio e secondary ticketing; in particolare, fin dal 2010, in Inghilterra hanno introdotto un sistema per cui vendono solo biglietti elettronici nominali per i propri concerti e gli acquirenti devono presentarsi muniti di documento e carta di credito utilizzata per l'acquisto, per potere accedere ai live.

La misura, stando a un comunicato della band, ha ridotto - dove applicata - del 95% il mercato di biglietti degli Iron nei siti di secondary ticketing.

Questa policy, iniziata nel 2010 - epoca decisamente pionieristica, in cui di secondary ticketing non si parlava - sembra avere portato grandi benefici tanto ai fan, che non devono fare i conti con tariffe gonfiate ad arte, quanto ai promoter. Nel comunicato si legge che, stando ai dati di Live Nation (a cui si affidano i Maiden), le vendite dei biglietti sono in crescita e i fan sono in generale ben contenti delle misure adottate.

Il manager Rod Smallwood ha dichiarato:

Siamo deliziati dal fatto che i biglietti paperless e le altre misure che abbiamo introdotto qui in UK siano divenute un forte deterrente per bagarini e falsari. Ma vogliamo ringraziare i nostri fan per il loro instancabile supporto e la loro pazienza. Capiamo che la nostra policy restrittiva costringe i fan a un passaggio in più nel procedimento di acquisto dei biglietti, ma i risultati parlano da soli e credo che tutti possano concordare sul fatto che ne è valsa la pena.

Stando al comunicato (e in riferimento alla branca inglese del tour "The Book of Souls" che partirà a maggio), nel 2016 Getmein, Seatwave e Stubhub hanno eliminato le date degli Iron dai loro database, con il risultato di non avere alcun biglietto per gli show del gruppo. L'unico a resistere è stato Viagogo, dove si sono rinvenuti 207 tagliandi - la maggior parte dei quali identificati come fasulli e finiti ora nelle mani delle autorità per le indagini del caso. I pochi biglietti veri finiti su Viagogo sono stati considerati nulli per via delle condizioni di acquisto sottoscritte.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi