Secondary ticketing: in UK Viagogo cerca di comprare recensioni su Trustpilot

Secondary ticketing: in UK Viagogo cerca di comprare recensioni su Trustpilot

Un'altra tegola si abbatte su Viagogo, piattaforma di secondary ticketing finita nel mirino dell'opinione pubblica britannica due settimane fa per aver speculato sul concerto benefico che Ed Sheeran terrà il prossimo 28 marzo alla Royal Albert Hall di Londra a favore del Teenage Cancer Trust: secondo quanto riferito dal Guardian, il sito fondato in Gran Bretagna ma da anni con quartier generale in Svizzera avrebbe contattato circa 37mila clienti offrendo la possibilità di vincere un voucher da 100 euro - spendibili ovviamente solo sulla piattaforma - in cambio di recensioni positive su Trustpilot, social network danese che permette agli utenti di scambiare pareri su società, servizi ed esercizi commerciali.

L'iniziativa di Viagogo, però, contrasta con le linee guida di Trustpilot: la società fondata da Eric Baker ha infatti escluso dal "reclutamento" i clienti meno soddisfatti, come quelli aderenti al gruppo Facebook Victim of Viagogo, composto da 105 utenti di undici diversi paesi ai quali l'operatore secondary ha addebitato, per errore, importi molto alti sul conto delle carte di credito usate per acquistare i biglietti. Mossa scorretta, dato che le linee di condotta di Trustpilot prevendono l'invito alla recensione venga esteso a tutti i clienti - soddisfatti o meno - o a nessuno.

"Il sollecito alla recensione di Viagogo è stato inviato ai clienti per errore", ha spiegato informalmente un portavoce di Trustpilot al Guardian, annunciando l'apertura di un'indigine interna alla quale potrebbe seguire la cancellazione delle recensioni pilotate. Ma c'è dell'altro: la redazione della testata diretta da Katharine Viner sarebbe entrata di possesso di una fattura da 30mila sterline emessa da Viagogo a favore proprio di Trustpilot. Che, a sua volta, ha evitato di commentare la transazione.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.