Secondary ticketing, Vasco e Modena Park: la retorica ci seppellirà?

Secondary ticketing, Vasco e Modena Park: la retorica ci seppellirà?

Non stupisce gli addetti ai lavori il possibile coinvolgimento di Roberto De Luca nell'organizzazione di Modena Park: un concerto da oltre 200mila persone non si imbastisce in un giorno, e quando Big Bang - la società di live promoting costituita in fretta e furia da Best Union dopo l'abbandono di Live Nation da parte di Vasco e dei suoi - annunciò, in sede di presentazione dell'evento, la collaborazione di partner tecnici, era logico aspettarsi che, per garantire il buon esito di un'operazione così delicata e complessa, una certa continuità con la precedente dirigenza potesse tornare utile.

Continuità ribadita, tra l'altro, dall'assessore all’Ambiente del Comune di Modena Giulio Guerzoni, che già lo scorso 19 gennaio, rispondendo a un'interrogazione dei consiglieri Grazia Baracchi e Andrea Bortolamasi sulla fattibilità dell'evento dopo la rescissione del rapporto con Live Nation, aveva assicurato il mantenimento dell'"impianto complessivo su cui si è lavorato nei mesi scorsi" nella preparazione del raduno dei record.

Quale potrebbe essere il ruolo di De Luca in questo scenario possiamo solo immaginarlo: un amministratore delegato di una grande società di booking di solito parla con gli artisti, non va on location a prendere le misure del palco in una fredda mattina d'inverno, come mostrato dal filmato delle Iene. E’ professionalmente più plausibile che un manager come lui venga coinvolto da un punto di vista squisitamente operativo, vista anche la sua partecipazione (sempre tramite Live Nation) a Set Up Live, società che da anni cura l'allestimento dei palchi e delle aree concerto degli show di Vasco - partecipazione della quale il cantante e il suo entourage erano e sono sicuramente al corrente. 

Ma a Vasco Rossi non servono attestati di integrità, e i suoi fan lo sanno benissimo. Ecco perché questa operazione trasparenza ci pare più un raffinato maquillage che una mossa rivoluzionaria e di cesura nei confronti del passato. Era davvero necessario che arrivassero (ancora) le Iene per collocare De Luca in uno scenario di organico organizzativo, in una posizione che - ammesso che la suddetta ipotesi possa avere senso - lo vedrebbe totalmente estraneo alla gestione della biglietteria? E davvero De Luca "deve" a Vasco e al suo staff la collaborazione solo per "il lavoro già fatto fino a questo punto"? Oppure De Luca, al netto del pur esiziale (per lui) scoop novembrino di Viviani e delle Iene, rimane uno che i concerti li sa organizzare – magari senza coinvolgerlo nella gestione del botteghino? 

E’ semmai singolare che i biglietti di Modena Park non siano finiti, oltre che su StubHub, ViaGogo e sulle piattaforme di commercio tra privati generiche come eBay e Subito.it, anche su Seatwave, società di secondary ticketing di proprietà di Ticketmaster che opererà prossimamente anche nel nostro Paese dagli uffici già occupati dalla sua consociata Live Nation, al punto che il nome del rocker di Zocca non compare del tutto nel database della piattaforma.

Dal caso Coldplay ad oggi ci pare che il contrasto al secondary ticketing sia diventato, in alcuni casi, una ribalta da occupare per assicurarsi agli occhi del pubblico la patente di onesti. Ognuno è libero di agire come meglio crede, soprattutto in base al credito che assegna alla platea alla quale si rivolge. Chi va ai concerti ed è informato sa che le prossime mosse decisive in materia spettano alla politica, che farebbe bene a sbrigarsi col decreto attuativo a favore dell'emendamento Franceschini, compiendo così un passo piccolo ma molto importante per normare un settore fino ad oggi lasciato alla discrezione dei singoli operatori. Il resto sono proclami, buoni per sì per le discussioni sui social network, ma sull'effettiva efficacia dei quali abbiamo più di un dubbio.

(dp)

Dall'archivio di Rockol - Le sei volte a San Siro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!
13 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.