Comunicato Stampa: Giangilberto Monti dal 9 al 19 dicembre in scena a Milano

Comunicato Stampa: Giangilberto Monti dal 9 al 19 dicembre in scena a Milano
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

GIANGILBERTO MONTI
“LA BELLE EPOQUE DELLA BANDA BONNOT”

storia del bandito anarchico Jules Bonnot su canzoni originali di Boris Vian

IL 19 NOVEMBRE ESCE IL DISCO OMONIMO
DAL 9 AL 19 DICEMBRE IN SCENA AL TEATRO ARSENALE DI MILANO

Esce il 19 novembre “LA BELLE EPOQUE DELLA BANDA BONNOT”, il nuovo doppio disco di Giangilberto Monti (CD FolkClub Ethnosuoni/ distribuzione IRD) che contiene le venti canzoni del suo omonimo spettacolo e la versione integrale della radiocommedia musicale, dove un cast di dieci attori affianca i musicisti e lo stesso Monti.
La rappresentazione teatrale di “LA BELLE EPOQUE DELLA BANDA BONNOT” sarà allestita al Teatro Arsenale di Milano dal 9 al 19 dicembre con la partecipazione dell’attrice Alessandra Felletti (già narratrice nella versione radiofonica), di Roberto Carlotti (fisarmonica), Renata Mezenov Sa (voce e chitarra) e Marco Mistrangelo (contrabbasso).
“LA BELLE EPOQUE DELLA BANDA BONNOT” racconta la storia di Jules Bonnot, operaio, anarchico e poi bandito, che viene braccato per anni dalla polizia in piena Belle Epoque e diventa suo malgrado un eroe popolare: la sua cattura avviene di fronte a cinquecento soldati e ventimila parigini, nell’aprile del 1912. Henry-François Rey nel 1954 trasforma questa storia in una commedia musicale e ne affida le canzoni all’eclettico artista francese Boris Vian. Dopo lo spettacolo gli spartiti originali si perdono e l’opera viene riallestita solo nel 1970. Il fisarmonicista Louis Bessières ne rimusica alcuni spartiti, modificandone in parte i testi.
Giangilberto Monti ha adattato in italiano le venti canzoni di Vian, per lo più inedite, ha musicato quelle rimaste senza uno spartito e ha ricondotto l’opera al suo ordine originale.
Le composizioni più jazzate vengono mischiate a un’anima folk, G.G. Monti interpreta le canzoni dell’opera con la direzione del compositore Cialdo Capelli, già collaboratore di Giorgio Gaber. Il risultato è una contaminazione tra musica colta e ritmi popolari. La Radio Svizzera Italiana ha prodotto uno sceneggiato radiofonico tratto dal lavoro di G.G.Monti, che nella sorpresa generale ha vinto il Prix Suisse 2004, l’Oscar della radiofonia elvetica.
Il libretto del CD, in italiano e francese, oltre ai testi delle canzoni, contiene una lunga presentazione di Oliviero Ponte di Pino – editor Garzanti, autore, saggista e uomo di teatro – che traccia un profilo dei tre “bravi ragazzi”: Jules Bonnot, Boris Vian e Giangilberto Monti.
Il Cd inserito nel computer, dà la possibilità di leggere il copione integrale dello sceneggiato radiofonico, i testi originali delle canzoni con traduzioni a fronte e, di vedere le foto dei musicisti ed degli attori.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.