Amara presenta il nuovo album e racconta come è nata 'Che sia benedetta'

Amara presenta il nuovo album e racconta come è nata 'Che sia benedetta'

"Il precedente era frutto di cinque anni di lavoro, raccoglieva frammenti sparsi nel tempo. Questo è contemporaneo nel tempo presente, mi rappresenta per come sono oggi: c'è una maturità, c'è una crescita, la consapevolezza di chi sono e di quello che mi circonda": così la cantautrice toscana presenta il suo nuovo album in studio, "Pace", che arriva a distanza di due anni dalla partecipazione al Festival di Sanremo, tra le Nuove Proposte, con "Credo", e dall'uscita del suo primo disco "Donna libera".

L'album è stato idealmente anticipato dall'omonima canzone con cui Amara avrebbe dovuto tornare in gara al Festival, stavolta tra i "big", insieme al collega Paolo Vallesi. Il duo non è riuscito a conquistare un posto nella rosa dei 22 "big", ma Carlo Conti - conduttore e direttore artistico della manifestazione - ha comunque voluto Amara e Vallesi sul palco dell'Ariston come ospiti della serata finale e per l'occasione i due hanno fatto ascoltare la loro "Pace".

Nove sono le canzoni contenute nel disco, collegate da un filo conduttore che per Amara è "il senso vero del vivere": "Parlano quasi tutte di ciò che ci lega alla nostra esistenza. 'Grazie' esprime un senso di gratitudine, 'La terra è il pane' parla della forma del rispetto, della dignità: ho fatto un viaggio in Africa, sono stata in contatto con quella realtà, e ho capito che anche se noi vediamo quelle popolazioni come povere in realtà sono ricche, ricche dentro".

C'è anche una cover di "C'è tempo" di Ivano Fossati, rivisitata in chiave sinfonica con la collaborazione di Simona Molinari: "Lo considero un vero maestro, anche se non l'ho mai incontrato: con le sue canzoni mi ha insegnato ad esprimere i sentimenti in parole e in musica", dice Amara, "'C'è tempo' è una canzone a cui sono legata molto: grazie a questa canzone ho imparato a non aver paura del tempo. E a capire che scrivere canzoni è una responsabilità, perché ci sono persone che fanno delle tue parole un motivo di vita".

Nel corso degli ultimi mesi, Amara ha anche scritto canzoni poi incise da altre voci - tra queste anche Emma, Ornella Vanoni e Elodie: "Non scrivo su commissione, scrivo principalmente per me. E scrivo per esigenza, per curarmi quando vivo dei momenti particolari. Ma se c'è stima reciproca e capita l'occasione, può succedere che una mia canzone finisca per essere incisa da una voce diversa dalla mia", spiega lei a proposito di queste collaborazioni.

La sua "Che sia benedetta", scritta insieme al cugino Salvatore Mineo, è la canzone che ha segnato il ritorno di Fiorella Mannoia in gara a Sanremo a distanza di ventinove anni dall'ultima partecipazione della cantante: "Avevo finito la promozione del precedente disco e smaltito il periodo sanremese e mi ero rimessa a scrivere. Una notte è arrivata questa canzone ed è stata un'emozione bellissima. Venivo da un momento particolare, risolto ma che comunque aveva lasciato qualcosa di importante: 'Che sia benedetta' è venuta fuori da una riflessione, dal meditare sugli errori", racconta la cantautrice, "avevo deciso di non darla a nessuno, ma ironicamente avevo detto che l'avrei ceduta solo ad una grande cantante come Fiorella Mannoia. Una serie di combinazioni ha fatto in modo che lei potesse ascoltarla: l'ha amata proprio come l'ho amata io".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.