Lady Gaga e i Metallica ai Grammy: provateci ancora... - VIDEO

Lady Gaga e i Metallica ai Grammy: provateci ancora... - VIDEO

You had one job… e, cara Laverne Cox, sei riuscita a non presentare i Metallica, ma a nominare solo Lady Gaga prima della loro esibizione insieme. Che gaffe.
You had one job… e, stimato tecnico della serata dei Grammy, sei riuscito a non accendere il microfono di James Hetfield, lasciandolo a mimare per un’intera strofa del brano e rovinando il botta e risposta con Gaga. Che disastro.

Peccato perché la strana coppia – strana solo in parte, visto che Gaga non ha mai fatto mistero della propria “fede” metallara, nonostante professionalmente pratichi il terreno del pop – aveva e ha tutte le carte in regola per funzionare.

La “Moth Into The Flame” (dall’ultima fatica in studio dei Four Horsemen, brano peraltro dedicato alla compianta Amy Winehouse e alla sua travagliata vita) in versione MetalliGaga non è stata niente male, al netto dei problemi: i Metallica hanno fatto i Metallica e la Germanotta ha tirato fuori il proprio lato più rock, con tanto di repertorio completo di mosse da palco (stage diving compreso – l’unica cosa non molto convincente era la simil-danza del ventre alla Shakira, ma sono dettagli) e voce da frontwoman di metal band anni Ottanta con tutti i sacri crismi.

Si sa, il mega-evento non perdona e agli occhi di molti questa esibizione è sembrata più una specie di incidente ferroviario fra trenini giocattolo, piuttosto che il tentativo di fare qualcosa di originale, per quanto mainstream (i colossi del metal e la regina del pop insieme). E Hetfield stesso se n’è immediatamente accorto, alla fine del brano, quando ha dato un bel calcio all’asta del microfono e ha allungato, stizzito, la sua chitarra al roadie di turno.

Morale: pop e rock (duro) non sono entità necessariamente inconciliabili – i frame di Gaga che divide il microfono con Hetfield sono quasi un manifesto di questo concetto – ma probabilmente hanno bisogno di un ambiente meno istituzionale per dare il meglio. Lo hanno dimostrato le ballerine sul palco che fingevano qualcosa che nelle loro teste (solo nelle loro) poteva essere un pogo, uno slam dancing o un qualche tipo di coinvolgimento “rock” nei confronti della musica: pietoso.

Provateci ancora, MetalliGaga… magari la prossima volta non ai Grammy, però.

[a.v.]

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.