NEWS   |   Pop/Rock / 12/02/2017

Grammy 2017, al via a Los Angeles gli 'Oscar della musica': premiato Justin Timberlake, Morricone subito fuori dai giochi

Grammy 2017, al via a Los Angeles gli 'Oscar della musica': premiato Justin Timberlake, Morricone subito fuori dai giochi

Alle 21,30 in punto (ora italiana) si è aperta a Los Angeles la cinquantanovesima edizione dei Grammy Awards, premi che dal 1959 la Recording Academy - associazione di categoria che rappresenta gli operatori dell'industria discografica americana - assegna agli artisti e ai produttori che maggiormenti si siano distinti sul panorama statunitense e internazionale.

Prima della vera e propria serata di gala - quella con le performance degli ospiti speciali, che per questa edizione rispondono al nome di, tra gli altri, Lady Gaga, Metallica, Katy Perry, Daft Punk e molti altri, e delle premiazioni nelle categoria principali - ha luogo, come da tradizione, la Premiere Ceremony, lunghissima stringa di premiazioni della categoria minori in programma presso il Microsoft Theater, struttura prospiciente lo Staples Center, che ospita la parte principale della cerimonia.

Ad aprire le danze è John Poppo, presidente della Recording Academy, che dopo un breve discorso introduttivo di ringraziamento introduce alla platea l'attrice, attivista e produttrice musicale Margaret Cho.

"Abbiamo bisogno di musica oggi più che mai", è il messaggio che lancia la Cho, non senza lanciare una frecciata al fittimo programma della Premiere Ceremony - "Se sentite chiamare il vostro nome, avete 45 secondi per arrivare al palco...", passa alla prime prime premiazioni: nella categoria "Best Musical Theater Album" ad avere la meglio è la colonna sonora di "The Color Purple", interpretata dal cast dello show, mentre in quella "Music for Visual Media" la spunta "Miles Ahead", colonna sonora dell'omonimo film dedicato alla figura del gigante del jazz di "Bitches Brew".

Nella categoria "Best Score Soundtrack for Visual Media" a spuntarla è John Williams per la colonna sonora di "Star Wars: The Force Awakens", che batte - tra gli altri - anche Ennio Morricone, in gara con la partitura scritta per "The Hateful Eight" di Quentin Tarantino. Justin Timberlake conquista la statuetta nella categoria "Best Song Written for Visual Media" per la hit "Can't Stop the Feeling!", inserita nella colonna sonora del film "Trolls".

Il testimone della conduzione passa a Lauren Daigle, cantante americana di ispirazione cristiana: la palma nella categoria "Best Instrumental Composition" va a Ted Nash per "Spoken At Midnight", che mette definitivamente fuorigioco Ennio Morricone, concorrente dello stesso Nash con la sua "L'Ultima Diligenza Di Red Rock".

A Jonathan Barnbrook viene assegnato il premio nella categoria Best Recording Package per il suo lavoro su "Blackstar", l'ultima prova in studio consegnata agli annali da David Bowie prima di morire.

Grammy Awards 2017: leggi qui la cronaca completa