Sanremo 2017: il vincitore Francesco Gabbani in sala stampa

Sanremo 2017: il vincitore Francesco Gabbani in sala stampa

"Sinceramente non me l'aspettavo, di vincere. Oddio, forse lo speravo in un angolino del cervello, ma arrivo da un anno già di grandi soddisfazioni e questa adesso devo metabolizzarla".
Così esordisce Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo del 2017 (e di qualche premio collaterale), prima di rispondere "sì" a Eddy Anselmi che gli chiede se parteciperà all'Eurovision Song Contest del 2017 in rappresentanza dell'Italia.


A una giornalista che cerca di fargli dire che questo è un Festival di cambiamento perché fra le prime tre non ci sono canzoni d'amore, Gabbani risponde che le canzoni che parlano d'amore non sono necessariamente da disprezzare - dipende da come ne parlano.
All'Eurovision Song Contest porterà una versione del testo in inglese?
"Ci devo pensare, ma non è detto. Il testo ha una sua musicalità così com'è, indipendentemente dal significato".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.