MEI 2004, 50 ore di passione

Cinquanta ore di passione. Le promette Giordano Sangiorgi, patron del Meeting delle Etichette Indipendenti che quest’anno (nel weekend 27/28 novembre, con prologo il venerdì sera) festeggia la sua ottava edizione con l’ormai consueto, gioioso, forse caotico affastellamento di convegni, seminari, concerti, premi, mostre e stand (si parlerà, per dire, di nuovi modelli di business ma anche di no copyright). E’ la fiera dello slow food musicale, dice Sangiorgi presentando l’evento alla Fnac di Milano, “la rivincita delle botteghe artigiane contro gli Ogm, la musica di plastica e il modello unico dominante. Dobbiamo difendere le nostre tradizioni culturali, rinnovandole, dobbiamo riconquistare il pubblico dei consumatori: e questo obiettivo lo si raggiunge solo facendo squadra, almeno una volta l’anno, prima di tornare a giocarsi le proprie chance ognuno per suo conto”. A questo, dunque, serve il MEI: che di strada ne ha fatta, da quando otto anni fa una trentina di operatori si diedero appuntamento per la prima volta in un capannone lasciato improvvisamente libero dallo scarso afflusso a una fiera di collezionisti di dischi (oggi le etichette presenti superano le 250).
Più facile parlare degli assenti che dei presenti, nella tre giorni faentina. Che quest’anno celebra diversi anniversari: il 60° della Liberazione e il 10° di Emergency (“Perché”, dice Sangiorgi, “facciamo musica, ma siamo anche cittadini consapevoli”); i 20 anni trascorsi dall’ultima trasmissione di Mr. Fantasy, dall’uscita del videoclip di “Fotoromanza” diretto da Michelangelo Antonioni e dalla nascita di Videomusic (nella sezione Premio Videoclip curata da Domenico Liggeri, 200 opere low budget in concorso); i 60 anni di vita del mensile Musica e Dischi e l’attività dell’agenzia Cose di Musica di Adele di Palma, celebrati entrambi con un concerto-anteprima che vede in cartellone, tra gli altri, Avion Travel, Fabrizio Bentivoglio, Samuele Bersani, La Crus, Pacifico, Omar Pedrini, Daniele Silvestri e la MEI Orchestra guidata da Roy Paci. Dal vivo si esibiranno in molti altri, da Nada con Massimo Zamboni (la cantante si è aggiudicata il premio per il miglior album dell’anno con “Tutto l’amore che mi manca”) alla cantautrice inglese Polly Paulusma, da Freak Antoni a Deasonika. E nei padiglioni fieristici di Faenza si faranno vedere, a vario titolo, lo scrittore Carlo Lucarelli, l’attore (e ora anche regista di videoclip) Silvio Muccino, Mauro Pagani, Claudio Lolli, Tiromancino, Claudia Gerini, Elisa, Elio e le Storie Tese, Enrico Ruggeri, Gianna Nannini, il cantautore cult anni ’80 Flavio Giurato (Liggeri ha riesumato, “quasi clandestinamente” un suo videoclip d’epoca, “Amore amore”), persino l'aspirante onorevole Flavia Vento (per l’inaugurazione di Poiesis.laMostra, con disegni, dipinti e opere grafiche di artisti italiani e star internazionali come Leonard Cohen, Peter Gabriel, Elvis Costello e Frank Zappa: ma lei che c’entra?). “Quest’anno avremo anche la SIAE e per noi è una vera conquista, dopo che la nostra associazione di categoria, Audiocoop, è stata inclusa tra gli aventi diritto alla ripartizione dei proventi per copia privata”, dice Sangiorgi. “Abbiamo chiuso un accordo anche con SCF, e quindi le indies associate riceveranno per la prima volta denaro anche dalle radio e televisioni che usano la loro musica”. Non è l’unico, aggiunge: un contratto collettivo di distribuzione on-line è stato siglato da Audicoop con il provider OD2, mentre sono in corso trattative anche con Tim. Intanto, nei canali distributivi tradizionali, arriva (a cura di Luca Stante di Eko Music e con l’appoggio commerciale di edel) “MEI-Made in Italy Vol.1-Volare”, la prima compilation, doppia, dedicata agli artisti che hanno fatto la storia del Meeting delle Etichette Indipendenti (Subsonica, Carmen Consoli, Mauro Pagani, ecc.), 30 brani al prezzo suggerito di 15 euro.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.