Sanremo 2017, la Giuria di Qualità: amicizie, collaborazioni, relazioni con cantanti e aziende in gara al Festival

Sanremo 2017, la Giuria di Qualità: amicizie, collaborazioni, relazioni con cantanti e aziende in gara al Festival

Un paio di settimane fa, in questo articolo, scrivevo fra l'altro:

A me sembrerebbe più sensato che i risultati del Festival venissero affidati esclusivamente alla votazione popolare, quale che ne sia il risultato. E che non ci fosse nessuna Giuria di Qualità composta da gente che spesso non ha competenze specifiche, ma in compenso è disponibilissima a farsi influenzare da rapporti amicali e/o professionali, promesse di lavoro e altre meschine prebende; e che non ci fosse nessuna Giuria della Sala Stampa che cerca di influire con un voto da "i signori sì che se ne intendono" sulle preferenze della gente, che poi sarà quella che ascolterà le canzoni.

Per coerenza, quest'anno non ho partecipato alla ridicola manfrina che prevede da parte degli accreditati in sala stampa l'uso di un "votatore" (il quale, peraltro, si è anche quest'anno confermato uno strumento fallibile).
Ma oggi voglio approfondire il discorso legato alla Giuria di Qualità, della quale, quando scrivevo, ancora non conoscevo la composizione. Adesso la conosciamo, ed è questa:
Giorgio Moroder, compositore, presidente di giuria; Linus, direttore artistico di Radio Deejay; Andrea Morricone, compositore e direttore d'orchestra; Rita Pavone, cantante; Paolo Genovese, regista cinematografico; Violante Placido, attrice e cantante; Giorgia Surina, attrice, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica; Greta Menchi, youtuber.
Fra di loro ci sono persone che, per un verso o per l'altro, potrebbero non apparire del tutto - come posso dire? - equidistanti rispetto ai concorrenti in gara al Festival.
Paolo Genovese, regista romano, ha ospitato nella colonna sonora del suo "Perfetti sconosciuti" una canzone scritta da Fiorella Mannoia (in gara quest'anno nei Campioni) con Bungaro e Cesare Chiodo (canzone peraltro premiata con il Nastro d'Argento). Genovese ha collaborato frequentemente con Maurizio Filardo, musicista siciliano (nel 2008 ha firmato le musiche del film "Questa notte è ancora nostra", nel 2011 ha partecipato alla colonna sonora di "Immaturi 2", nel 2014 ha composto le musiche di "Tutta colpa di Freud" e nel 2015 di "Sei mai stata sulla Luna?", tutti film di Genovese), che quest'anno a Sanremo dirige l'orchestra per Maldestro, finalista delle Nuove Proposte.
Violante Placido è figlia di Michele Placido e ha recitato insieme a Fiorella Mannoia nell'ultimo film di suo papà, "7 minuti", uscito nelle sale cinematografiche lo scorso anno. Con il nome di Viola ha inciso due dischi, il secondo dei quali, "Sheepwolf", è uscito nel 2013 per la Mescal (in gara quest'anno con Ermal Meta).
Giorgia Surina (alla sua terza presenza nella Giuria di Qualità del Festival…) dal 2010 è speaker di RTL 102.5, la radio che con l'etichetta Baraonda è in gara al Festival con Bianca Atzei.
Ora: sono sicuramente tutte persone rispettabilissime, sufficientemente competenti in materia musicale (a differenza della youtuber Greta Menchi) e si presume che siano anche in grado di non farsi "influenzare da rapporti amicali e/o professionali". Ma, insomma, non sarebbe stato possibile, se non altro per evitare che gente maliziosa e cinica come chi scrive esprimesse qualche perplessità, scegliere altri nomi altrettanto qualificati ma del tutto svincolati da relazioni con cantanti e aziende coinvolte nella competizione, per la quale il voto della Giuria di Qualità può pesare per il 30%, sia per quanto riguarda le Nuove Proposte sia per quanto riguarda i Campioni?

(Franco Zanetti)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.