Chi è Emanuele Fasano, il 'pianista della stazione' ospite sabato 11 a Sanremo

Chi è Emanuele Fasano, il 'pianista della stazione' ospite sabato 11 a Sanremo

Emanuele Fasano è un giovane pianista giunto all'attenzione del pubblico del Web - è il caso di dirlo - a sua insaputa: è quasi la vigilia di Natale del 2015 quando Emanuele si trova alla Stazione Centrale di Milano ad aspettare il treno che lo riporterà nella sua città di origine, Roma, per le feste.

Nell'atrio dello scalo ferroviario è presente un pianoforte, a disposizione dei viaggiatori in transito: Emanuele, per ingannare il tempo, si mette a suonare. Il capoluogo lombardo è freddo, ma non quando si tratta di busker, specie se di talento: i passanti si fermano, ascoltano, applaudono. Qualcuno riprende col cellulare. Ma il tempo fugge: Emanuele molla la tastiere a si precipita al binario, giusto in tempo per salire sul treno in partenza.

Qualche giorno dopo un suo amico lo chiama, e gli dice che su Facebook un video di lui che suona in una stazione è ormai diventato virale: sul profilo di Alberto Simone - il passante che si era fermato a riprendere l'estemporanea esibizione - in migliaia sono a chiedersi chi sia l'anonimo (e talentuoso) "pianista della stazione".

Il resto, come si dice, è storia: i social non veicolano solo odio e insulti ma, per una volta, qualcosa di positivo: Emanuele contatta Alberto, e scopre che il suo concittadino, anche lui per caso a Milano, di lavoro fa il regista, e si divide tra Los Angeles e la Capitale.

La sua esibizione arriva alle orecchie di Caterina Caselli, che lo incontra per capire se Emanuele, exploit a parte, abbia davvero la stoffa dell'artista. La risposta, da parte della discografica, è positiva: Fasano, il prossimo 10 febbraio, pubblicherà il suo primo EP per "Sugar", intitolato "La mia ragazza è il piano", che contiene i brani "Non so come mai" - la canzone suonata in Stazione Centrale a Milano - e "Il buio nell'anima", "On the paddleboard", "Il silenzio è la risposta", "Lost in your eyes" e la titletrack, sorta di evoluzione di quella "Non so come mai" dal quale tutto è iniziato.

Dall'archivio di Rockol - Il pianista della stazione si racconta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.