Voci: Spotify rinegozia i rapporti con le etichette, sbarco in borsa rimandato al 2018

Voci: Spotify rinegozia i rapporti con le etichette, sbarco in borsa rimandato al 2018

Secondo quanto riferito da TechCrunch, i vertici di Spotify starebbero meditando di rimandare al prossimo la quotazione sui mercati azionari per presentare agli investitori un quadro generale più definito e - soprattutto - vantaggioso e attraente.

La piattaforma guidata da Daniel Ek vorrebbe infatti procastinare l'offerta al pubblico dei propri titoli non prima di aver rinegoziato gli accordi di licenza coi partner discografici: nonostante una crescita netta fatta registrare nell'ultimo anno, la società svedese sarebbe attualmente valutata sul mercato azionario attorno agli 8 miliardi di dollari, cifra decisamente lontana da quella posta come obbiettivo dalla direzione del colosso svedese, pari ad almeno 11 miliardi di dollari.

"Fino a qualche anno fa ci si poteva quotare solo basandosi sulle proiezioni di crescita", ha fatto sapere un analista (anonimo) citato da TechCrunch: "Il clima oggi è cambiato: oggi è necessario presentare dei piani che risultino proficui. Soprattutto a un target come quello al quale si rivolge Spotify".

Allo stato attuale, Spotify rappresenta la maggiore delle realtà sul mercato globale dello streaming musicale, sia in termini di utenti premium sia in termini di fruizione gratuita: nonostante lo storico sorpasso del formato digitale sul fisico a livello mondiale, la società svedese ha fatto segnare nel marzo dello scorso anno un passivo da un miliardo di dollari, cifra che potrebbe essere scontata dagli investitori TPG e Dragoneer del 20% (in obbligazioni) in caso di quotazione in borsa.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.