Tutti contro Donald Trump: Ryan Adams scomoda i Radiohead, Billie Joe Armstrong e Jennifer Lopez si sfogano sui social - ASCOLTA

Tutti contro Donald Trump: Ryan Adams scomoda i Radiohead, Billie Joe Armstrong e Jennifer Lopez si sfogano sui social - ASCOLTA

Il mondo della musica continua a protestare contro la politica di Donald Trump e, in particolar modo, sulla firma - da parte del nuovo presidente degli Stati Uniti - dell'ordine esecutivo che per tre mesi vieta l'ingresso negli States ai cittadini provenienti da paesi musulmani come la Siria, la Libria, l'Iran, l'Iraq, la Somalia, il Sudan e lo Yemen.

E così, dopo le esternazioni social di - tra gli altri - Mark Hoppus dei Blink-182, di John Legend, di Miley Cyrus e di Lorde, dopo l'attacco (indiretto) di Rihanna e dopo quello (meno indiretto) di Bruce Springsteen, arrivano ora le prese di posizione di altri tre artisti. Tre voci tra loro piuttosto diverse: un cantautore (Ryan Adams), il frontman di una band punk-rock (Billie Joe Armstrong, non nuovo ad esternazioni contro Trump) e una popstar (Jennifer Lopez).

Il cantautore di Jacksonville ha dedicato al nuovo presidente degli Stati Uniti una cover di "Karma police" dei Radiohead, eseguita durante un'ospitata a BBC Radio 2. Parlando della sua versione della canzone di Thom Yorke e compagni (che - con un linguaggio quasi orwelliano - parla della psicopolizia), Ryan Adams ha detto:
 

"Volevo fare un paio di cover, fare qualcosa di nuovo che non avevo mai fatto prima. Non so se l'ho fatta in maniera nuova e interessante, ma penso che sia appropriata: perché c'è una persona davvero terribile che è stata appena eletta negli Stati Uniti. Insomma, non so perché, ma questa canzone mi si è piantata nella testa questa mattina".




In un lungo post pubblicato su Instagram la scorsa domenica, Armstrong si è detto sotto shock per la decisione di Donald Trump di impedire l'accesso negli Stati Uniti ai cittadini di sette stati islamici. Il frontman dei Green Day ha definito le decisioni del magnate americano in materia di sanità e immigrazione e, più in generale, la politica di Trump, "un'aggressione ai nostri diritti civili":
 

"Trump non sta solamente vendicandosi delle persone che hanno protestato contro di lui, ma anche dell'americano medio che non ha votato per lui".





Jennifer Lopez ha pubblicato invece su Instagram una foto con una mano che stringe un cartello con su scritto "Siamo tutti immigrati":

"Se devo essere sincera, penso che ci troviamo in un incubo. In un paese fondato da immigrati, come può essere diventata una parolaccia la parola 'immigranti'???".



 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.