Facebook pagherà etichette e musicisti? Ecco l'obiettivo di Zuckerberg

Facebook pagherà etichette e musicisti? Ecco l'obiettivo di Zuckerberg

Il social network di Mark Zuckerberg ha assunto Tamara Hrivnak, già Director of Music Partnerships di YouTube e Google Play, affidandole il compito di pianificare e portare avanti una strategia relativa alla presenza di contenuti musicali su Facebook: l'obiettivo è quello di permettere a etichette, editori e musicisti di ottenere compensi dalla condivisione di musica e la riproduzione di video musicali sul social network. Tamara Hrivnak, che in passato ha lavorato anche per Warner, ne ha dato notizia con un post pubblicato sul suo profilo Facebook, nel quale ha scritto:

"Non vedo l'ora di approfondire le relazioni tra Facebook e l'industria musicale. La mia carriera è stata dedicata a sviluppare opportunità per la musica nel panorama digitale. Facebook si occupa di rendere il mondo più aperto e connesso e la musica può svolgere un ruolo importante. Sono entusiasta di lavorare in questa stessa direzione".



 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.