NEWS   |   Italia / 27/01/2017

Ennio Morricone: laurea ad honorem a Milano. E sull'Inno di Mameli dice: 'Non bello'

Ennio Morricone: laurea ad honorem a Milano. E sull'Inno di Mameli dice: 'Non bello'

Il Maestro Ennio Morricone è stato incoronato con l'alloro dall'Università Statale di Milano: ieri, giovedì 26 gennaio, durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico, il compositore e direttore d'orchestra è stato insignito di una laurea magistrale ad honorem in "Scienze della musica e dello spettacolo" per lo "straordinario contributo all'ampliamento dei confini del pensiero musicale" - ha recitato il rettore Gianluca Vago, leggendo la motivazione - "e all'arricchimento dei rapporti fra mondi e linguaggi espressivi diversi, nel segno di una continua ricerca animata da una forte tensione etica e sociale".

Ennio Morrione è salito sul palco e, visibilmente commosso, ha ringraziato l'ateneo e la platea, che ha avuto l'occasione di ascoltare una sua composizione inedita intitolata "Varianti per Bach": "Ho avuto altri riconoscimenti nella mia vita, ma questo è per me al centro e in alto", ha detto.

Dopo la cerimonia, il Maestro ha rilasciato alcune dichiarazioni alle testate presenti all'evento. Tra queste anche l'edizione locale di Il Giorno, che riporta alcune considerazioni del compositore a proposito dell'inno nazionale italiano, il "Canto degli italiani" (noto anche come "Inno di Mameli", dal nome del suo autore, Goffredo Mameli - le musiche furono scritte da Michele Novaro). Il Maestro ha definito una sua composizione, "Voci dal silenzio", come un brano "per le stragi della storia, recente e lontana". "Una colonna sonora per il Paese?", ha domandato la cronista. Morricone ha risposto:
 

"L'Italia ha già il suo Inno di Mameli. Non bello, ma può essere eseguito molto bene, più lento, più morbido e non come una marcia eroica".



 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi