Ennio Morricone: laurea ad honorem a Milano. E sull'Inno di Mameli dice: 'Non bello'

Ennio Morricone: laurea ad honorem a Milano. E sull'Inno di Mameli dice: 'Non bello'

Il Maestro Ennio Morricone è stato incoronato con l'alloro dall'Università Statale di Milano: ieri, giovedì 26 gennaio, durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico, il compositore e direttore d'orchestra è stato insignito di una laurea magistrale ad honorem in "Scienze della musica e dello spettacolo" per lo "straordinario contributo all'ampliamento dei confini del pensiero musicale" - ha recitato il rettore Gianluca Vago, leggendo la motivazione - "e all'arricchimento dei rapporti fra mondi e linguaggi espressivi diversi, nel segno di una continua ricerca animata da una forte tensione etica e sociale".

Ennio Morrione è salito sul palco e, visibilmente commosso, ha ringraziato l'ateneo e la platea, che ha avuto l'occasione di ascoltare una sua composizione inedita intitolata "Varianti per Bach": "Ho avuto altri riconoscimenti nella mia vita, ma questo è per me al centro e in alto", ha detto.

Dopo la cerimonia, il Maestro ha rilasciato alcune dichiarazioni alle testate presenti all'evento. Tra queste anche l'edizione locale di Il Giorno, che riporta alcune considerazioni del compositore a proposito dell'inno nazionale italiano, il "Canto degli italiani" (noto anche come "Inno di Mameli", dal nome del suo autore, Goffredo Mameli - le musiche furono scritte da Michele Novaro). Il Maestro ha definito una sua composizione, "Voci dal silenzio", come un brano "per le stragi della storia, recente e lontana". "Una colonna sonora per il Paese?", ha domandato la cronista. Morricone ha risposto:
 

"L'Italia ha già il suo Inno di Mameli. Non bello, ma può essere eseguito molto bene, più lento, più morbido e non come una marcia eroica".



 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.