Tidal, alla società di telecomunicazioni americana Sprint il 33% delle azioni per 200 milioni di dollari

Tidal, alla società di telecomunicazioni americana Sprint il 33% delle azioni per 200 milioni di dollari

A poche ore dallo scoop del giornale inglese Dagens Næringsliv, che ha svelato come la società guidata da una pattuglia di artisti di altissimo profilo internazionale capeggiata da Jay-Z abbia truccato i numeri relativi ai propri abbonati, ecco la mossa a sorpresa: Sprint, colosso americano delle telecomunicazioni che serve globalmente 45 milioni di clienti controllata dal gruppo bancario giapponese Softbank, ha acquistato il 33% delle azioni di Tidal per 200 milioni di dollari.

Secondo quanto riferito da diverse fonti internazionali l'accordo, i cui termini non sono ancora stati ufficialmente svelati, prevede l'inserimento dell'ad di Sprint Marcelo Claure nel consiglio di amministrazione di Tidal, che - in cambio - si sarebbe impegnata a fornire esclusive e anticipazioni in anteprima ai clienti della società di telecomunicazioni.

In una nota ufficiale i vertici della piattaforma hanno osservato come "Jay-Z e gli altri artisti/investitori proseguiranno nella linea seguita fino ad oggi", spiegando che "Sprint condivide la nostra idea di rivoluzionare l'industria dell'intrattenimento permettendo agli artisti di entrare direttamente in contatto con i fan". "Jay non ha solo intercettato un bisogno economico, ma anche uno culturale", è stato il commento di Claure: "Si è buttato anima e corpo in Tidal per costruire una piattaforma mondiale imbattibile, per qualità e contenuti".

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.